Godetevi le feste in famiglia. Il lavoro per qualche giorno può aspettare…

Sono giorni importanti questi, in cui ciascuno di noi è chiamato a mettere da parte email, telefonate di lavoro, riunioni, appuntamenti, per lasciar spazio a pranzi in famiglia, giochi, passeggiate in centro città e molto altro. Perché le festività natalizie sono un rito importante, che fa parte delle nostre tradizioni ed è giusto che siano rispettate.

State tranquilli, non sarete gli unici e non vi perderete nulla. Tutto il mondo per qualche giorno si ferma per festeggiare, trascorrere con gli affetti, quelli veri, il tempo che non riesce a dedicare loro durante il resto dell’anno (vacanze estive a parte).

Il mondo del business e dei businessman si prende una pausa per riprendere fiato e in un mondo che va sempre più veloce, non è poi così sbagliato, ogni tanto, prendersi una pausa rilassante, per respirare e dedicarsi agli affetti.

Se avete organizzato tutto a dovere, come vi abbiamo consigliato di fare noi, certamente non avrete problemi al vostro rientro e avrete modo di godervi a pieno questi giorni, senza pensare a nulla. I più fortunati faranno tutta una tirata fino al 6 gennaio, altri, invece, dovranno rientrare il 27 dicembre e poi il 2 gennaio: il nostro suggerimento, in entrambi i casi è di provare a staccare completamente la spina, rilassarvi e non pensare per qualche giorno ai vostri affari di lavoro, concentrandovi su quelli… affettivi!

Mettete in carica i vostri pc e lasciateceli, i tablet utilizzateli per giocare con i vostri figli, gli smartphone per chiamare chi è lontano e fargli gli auguri di buon Natale e buon anno. E non abbiate dubbi sul fatto che questa sia la cosa giusta da fare. Gli affetti più cari meritano la vostra attenzione, almeno quanto gli affari del vostro lavoro e del vostro business. Perché un uomo non può definirsi realizzato, se non dedica sé stesso ad entrambe le componenti basilari della propria vita.

Tantissimi auguri a tutti voi!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *