I migliori libri per manager che vogliono far soldi

Principi cardine per fare soldi ed avere successo

Non esiste un metodo unico ed infallibile per fare soldi ed avere successo. Le persone – così come le situazioni in cui ci si può trovare ad operare – sono le une diverse dalle altre, e ciò rende oltremodo complesso definire a priori una strategia che possa portare sempre e comunque al raggiungimento dell’obiettivo prefissato, avere successo o il capire come fare soldi.

Esistono tuttavia delle condizioni di base, dalle quali occorre partire in modo pressoché imprescindibile. Oltre ad avere un progetto chiaro in testa, che risponda alle proprie passioni, occorre avere intraprendenza, essere ricettivi agli stimoli provenienti dall’ambiente esterno ed avere la capacità di analizzarli criticamente; è necessario inoltre essere in grado di valorizzare il tempo a propria disposizione, e fare altresì in modo che non manchino mai le motivazioni per perseverare.

Benché tutte o alcune di queste qualità possano essere innate, senz’altro esse possono essere coltivate e potenziate nel tempo. Come? Un modo ottimale è leggere: la lettura di buoni testi ci arricchisce sempre.

Essenzialità della lettura

Mettersi in proprio aprendo un business con l’ambizione di renderlo un successo equivale a decidere di diventare – una volta di più – padroni del proprio destino; in una situazione del genere, non è consigliabile improvvisare.

Bisogna investire il proprio tempo nello studio e nella formazione: ciò risulterà estremamente utile sia nella definizione del proprio progetto – in fase iniziale – che nella realizzazione dello stesso, successivamente.

La lettura permette ad ogni individuo di fare proprie le esperienze vissute da altri; consente d’altra parte di espandere il proprio orizzonte cognitivo, dando risposte immediate o portando a porsi delle domande. E la ricerca delle risposte innesca un ulteriore potenziamento della propria capacità critica ed induce inoltre ad apprezzare la condivisione di idee ed esperienze.

I cosiddetti libri motivazionali, alcuni dei quali vengono di seguito suggeriti, lungi dal volersi presentare come una sorta di bibbia o libro ‘maestro’ da seguire parola per parola, vogliono piuttosto costituire uno spunto di riflessione per mantenere vivo il desiderio in ognuno di noi di migliorarsi e di impegnare tutto sé stesso nel raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

Libri motivazionali consigliati

In ‘Pensa e arricchisci te stesso’, l’autore Napoleon Hill focalizza l’attenzione sull’essenzialità di un atteggiamento mentale positivo, fondato su alcuni principi cardine quali: la concezione dei propri pensieri come cose reali, l’importanza della tenacia e dell’autosuggestione, la capacità di mantenere sotto controllo la propria paura – perseverando nelle proprie convinzioni senza farsi bloccare da essa.
Il messaggio che l’autore intende far passare è che la nostra mente ha potenzialità straordinarie e che, vincendo la paura di fallire che può insinuarsi nell’animo umano e bloccare sul nascere idee di successo, può portare alla realizzazione di progetti inimmaginabili con un atteggiamento mentale negativo.

‘Come trattare gli altri e farseli amici’, di Dale Carnegie, accentra l’attenzione del lettore sulla basilarità dei rapporti interpersonali e sulle implicazioni che questi hanno su ogni aspetto della nostra vita.

Sapersi relazionale con gli altri è una condizione senza la quale qualsiasi scambio culturale non può essere realizzato e, come si è detto, condividere formazione ed esperienze costituisce uno dei principali metodi di arricchimento personale.

D’altra parte, essere in grado di stabilire un buon rapporto con il proprio interlocutore equivale anche ad una maggior capacità di persuasione e di attirare l’attenzione altrui; ne scaturisce spesso un aumento della propria popolarità ed una gratificazione personale che contribuisce ad alimentare il proprio atteggiamento mentale positivo.

‘L’alchimista’, di Paulo Coelho, è la storia di un giovane pastorello che, spinto da un sogno, fa qualcosa di impensabile: vende tutte le proprie pecore ed intraprende un cammino che lo dovrebbe portare ai piedi delle Piramidi ed alla scoperta di un tesoro.

Il viaggio del pastorello è reale ma anche simbolico: le difficoltà che affronta nel cammino (dalle quali non viene comunque fermato) e le persone che incontra costituiscono le tappe di un’iniziazione che lo porterà alla conoscenza di sé stesso.

L’autore sembra spingerci dunque a credere nei nostri sogni, a perseverare per ottenerne la realizzazione, senza farsi abbattere dagli ostacoli che – presto o tardi – comunque incontreremo.

Suggeriamo infine ‘4 ore alla settimana. Ricchi e felici lavorando dieci volte meno’ di Timothy Ferris. Il focus è in questo caso rappresentato dalla capacità di organizzare e valorizzare al meglio il tempo a propria disposizione, di cui l’autore sottolinea l’immenso valore.

Nel testo vengono elencate numerose strategie mediante le quali non sprecarlo. L’insegnamento più prezioso che l’autore intende passare è l’invito a concentrarsi sulle attività più remunerative fra quelle normalmente svolte concentrandole in un periodo di tempo ristretto, aumentando così la propria capacità di far soldi e liberando il proprio tempo da attività ripetitive e noiose.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *