Nissan JUKE N-VISION: Fashion&Fun… scelta anche da Antonio Conte!

Quando Nissan presentò Juke, stravolse i canoni della concezione dei crossover. Design compatto, interni spaziosi, linee aggressive e gadget estremamente cool. Juke ha immediatamente attirato l’attenzione dei più giovani, ma anche di chi era alla ricerca di una vettura fuori dall’ordinario. Sarà per questo che l’ha scelta anche Antonio Conte, manager del Chelsea?

Il successo di quest’automobile è stato determinato da molti fattori, ma certamente il look ha contribuito in maniera determinante. Ideale per chi ha una famiglia non troppo numerosa, garantisce confort e prestazioni sia per chi ha la necessità di viaggiare, sia per chi ne fa prettamente un utilizzo cittadino. Nissan, giustamente, ci ha puntato molto mettendo a disposizione dei più esigenti anche delle serie speciali capaci di rendere ancor più accattivante un crossover già di per sé molto fashion. In quest’estate torrida, in cui abbiamo toccato punte anche di 46 gradi centigradi, noi ci siamo fatti dare una Juke N-VISION nuova di zecca, con la quale abbiamo percorso circa 2.000 chilometri su e giù per lo stivale, su autostrade, superstrade, percorsi cittadini ed extraurbani. Ed abbiamo tratto le nostre conclusioni.

Dettagli di stile trendy

La serie speciale N-VISION di Juke della nostra prova, presentava elementi di design che attiravano l’attenzione: specchietti in tinta, così come le razze dei cerchi in lega da 18 pollici, paraurti anteriore e posteriore con inserti in tinta. Elementi piacevoli da osservare e da fotografare, che mettevano in evidenza il carattere sportivo di questa Juke, capace, quando settata in modalità più sportiva, di regalare emozioni. Ma la parte più affascinante della vettura è certamente l’abitacolo. Sedili in pelle con inserti in Alcantara, volante in pelle con comandi del computer di bordo e dell’impianto di infotanment (davvero superbo), pomello del cambio in tinta con gli esterni della vettura, così come l’elegante tunnel centrale tra i due sedili, schermo touch da 5,8 pollici, dal quale poter ammirare la funzione Nissan Around View Monitor, con la quale è possibile vedere l’immagine panoramica della vettura in fase di manovra e non solo… Insomma un ambiente piacevole nel quale poter fare anche lunghissimi viaggi.

Propulsione a due facce e guida raffinata

I 110 cavalli di potenza assicurati dal 1.5 diesel di Nissan, potrebbero lasciar pensare di non essere abbastanza per garantire una guida aggressiva e dinamica, su un’automobile non certo leggerissima e con un carico di bagagli e di ospiti a bordo non proprio ordinari. Ci siamo dovuti ricredere di fronte alla fluidità con la quale il propulsore è in grado di assicurare alla Juke un’andatura sostenuta ed una progressione più che accettabile per una vettura di questo segmento. Ti lascia divertire se impostata nella modalità più sportiva, anche se il prezzo da pagare è un consumo di carburante un po’ elevato.

Ma quando gestita in modalità “amici dell’ambiente” (e del portafogli), è in grado di assicurare un rendimento comunque interessante in termini di prestazioni e soprattutto di consumi che, con il climatizzatore costantemente acceso (indispensabile con certe temperature) e con un carico a bordo medio, si sono attestati fra i 5,5 ed i 5,7 litri di carburante ogni 100 chilometri percorsi. Piace decisamente la posizione di guida che assicura una visibilità eccellente in ogni manovra ed è risultato più che collaborativo lo sterzo; il cambio manuale a sei marce fa sempre il suo e grazie all’indicatore di marcia sul cruscotto, trovare il numero di giri giusto per il rendimento migliore è piuttosto semplice. Insomma, il nostro pollice è sicuramente puntato verso l’alto. Questa Juke N-VISION fa il suo ed anche di più.

 

Tratto da Uomo&Manager di Settembre 2017

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *