,

Arriva il comparatore di stipendio: ecco come funziona

Stipendio, euro

Il mio compenso è realmente commisurato alla mia qualifica, alle mie competenze e ai compiti che svolgo?”. Questa è una domanda che molti di noi si sono fatti almeno una volta nella vita. Altri se la pongono ogni giorno.

Michael Page, brand di PageGroup specializzato nella selezione di professionisti qualificati di middle e top management, invita a una riflessione sulla attuale posizione lavorativa e lancia uno strumento che permette in brevissimo tempo di scoprire se la retribuzione annuale lorda per la mansione svolta è allineata alla media nazionale: il comparatore di stipendio.

Il comparatore di stipendio, ha l’obiettivo di diventare una guida sia per i professionisti sia per le aziende.  Per poter effettuare il calcolo bastano pochi minuti e alcune semplici informazioni: il ruolo, il settore e la propria retribuzione annua lorda. Si otterrà lo stipendio medio nazionale di alcune tra le practisee professioni più ricercate– indicando in percentuale di quanto ci si posiziona al di sopra o al di sotto della media nazionale per comprenderese è adeguato o meno agli stipendi di pariperimetronel mercato lavorativo.

Il nuovo strumento di controllo retributivo fornisce i salari lordi medi di sei settori principali, tra cui finanza, venditee marketing, ingegneria e produzione, petrolio e gas, digitale e nuovi mediaper 15 ruoli specifici. Il conteggio viene stimato sui dati di proprietà di Michael Page, che vengono aggiornati costantemente.

“Lo stipendio non è il solo elemento da considerareall’interno di un’offerta di lavoro: lo ripetiamo spesso ai candidati nel valutare le proposte di un’azienda” spiega Tomaso Mainini, Managing Directordi Michael Page. “Tuttavia, ci è sembrato importante fornire uno strumento di facile consultazione per tutti i professionisti che vogliano confrontare la propria retribuzione rispetto alla media del settore. Si tratta di una prima indicazione che può essere poi approfondita, con il proprio recruiter di fiducia e partner di carriera, che in base alle specifiche competenze ed esperienze puòconsigliare se effettivamente il mercato può offrire di meglio o se possono essere negoziati altri importanti elementi in fase di offerta”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *