,

Car Sharing: chi è l’utilizzatore di car2go?

A tre anni dal lancio di car2go a Milano, oggi più di 80.000 clienti lo usano quotidianamente perché hanno apprezzato la qualità del sistema e hanno modificato il loro stile di vita. Muoversi in città condividendo le quasi 650 smart fortwo presenti. Ma chi sono gli utilizzatori di car2go?

Sono prevalentemente persone con un elevato livello di istruzione, appartenenti ad una classe sociale medio-alta e consapevoli di cosa significhi far parte della sharing mobility. Principalmente parliamo di uomini single o coppie senza figli che possiedono un’unica auto all’interno del nucleo familiare. A livello nazionale il profilo socio-economico degli utenti sembra essere molto simile anche se a livello locale ogni città presenta alcune differenze.

Nel dettaglio a Milano, dove car2go ha lanciato il servizio ad agosto 2013, gli iscritti sono prevalentemente uomini (65%) anche se il numero delle donne che utilizza il servizio è più alto rispetto al resto d’Italia di 5 punti percentuali. L’età media dei clienti car2go di Milano è, invece, in linea con la media italiana di 38 anni: quasi il 70% degli utenti, infatti, rientra nella fascia d’età tra i 26 e i 50 anni. Inoltre, la maggioranza dei milanesi che utilizza car2go ha un’occupazione fissa e non ha figli.

Nella città della Madonnina, i milanesi hanno percorso 17 milioni di km a bordo di car2go per i loro spostamenti quotidiani, con un utilizzo medio di 25 minuti per noleggio. I clienti car2go di Milano iniziano, inoltre, ad utilizzare il servizio maggiormente nelle zone di Duomo, San Vittore, Ticinese, Brera, Tortona, Pagano, Loreto e Porta Romana, mentre avviano meno frequentemente il noleggio partendo dalle zone di Ripamonti, Lambrate, Padova, Affori, Lorenteggio e Barona. Da ciò emerge come i milanesi prediligano prendere un veicolo car2go nel centro città, mentre utilizzano altri mezzi di trasporto per i viaggi da fuori al centro città, a dimostrazione del fatto che car2go è un servizio totalmente flessibile e complementare al servizio di trasporto pubblico locale e taxi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *