Siamo tutti imprenditori di noi stessi

Quante volte ho ascoltato (e avete ascoltato) la frase: mi sono fatto da solo! Gente capace, in gamba, che è riuscita a raggiungere i propri obiettivi, senza dover ricorrere all’aiuto altrui, contando solo sulle proprie forze e sulle capacità di cui madre natura li ha dotati.

Continua a leggere

Largo ai giovani: che siano loro a scrivere il nostro futuro!

Le festività natalizie appena trascorse e l’arrivo del 2018, ci invitano a riflessioni e bilanci su ciò che è stato e ci lasciamo alle spalle. Il 2017 è stato un anno molto particolare: per qualcuno è stato quello del rilancio, per altri quello del consolidamento, per altri ancora, meno fortunati ha lasciato tracce poco positive.

Continua a leggere

Fallimento: il primo passo verso il successo

È uno dei rischi più temuti da chi fa business ed in particolare da chi decide di puntare sulla propria idea. Fallimento è una parola che nel mondo del lavoro non indica solamente che un’azienda è andata male e dunque non ha più i mezzi per supportarsi, ma per un imprenditore, che ha messo in gioco ogni sua risorsa, fisica, economica e professionale, sta ad indicare la fine di un sogno.

Continua a leggere

Ammettere i propri errori: perché è importante?

Ci sono cose che ognuno di noi odia fare. Per la propria crescita personale, ciascuno dovrebbe fare una lista in cui scrivere tutte le cose che al solo pensiero fanno rabbrividire.

Continua a leggere

La nostra immagine online conta: curiamola!

Nel vostro mestiere avrete certamente compreso, leggendo anche i nostri consigli su Uomo&Manager, l’importanza dell’immagine che offriamo di noi stessi. Non esiste una seconda occasione per fare buona prima impressione, dunque non possiamo sbagliare.

Continua a leggere

Pubblicità del Buondì Motta? Che operazione di marketing!

Più volte abbiamo parlato attraverso le pagine di questo sito web, ma anche per mezzo della nostra rivista digitale, dell’importanza del marketing per un’azienda. E se ancora non lo avete capito, dovreste riflettere sul “caso” della pubblicità del Buondì Motta.

Continua a leggere

La Vacanza per un manager? È indispensabile!

Fermate il mondo, voglio scendere. E state tranquilli, non c’è nulla di cui vergognarsi. Quando avete scelto di intraprendere la vostra professione, che sia quella di imprenditore o di manager al servizio delle imprese, avrete certamente pronunciato la frase “non mi importa nulla delle ferie, io voglio ottenere i risultati. A riposarmi ci penserò dopo…”.

Continua a leggere

La Maturità Maschile? Siamo figli di… noi stessi!

Di tanto in tanto, non so se capita anche a voi, mi soffermo a meditare sulla direzione che sta prendendo la mia vita. In primis mi sottopongo delle domande sul mio modo di pormi con gli altri, partendo dalla mia famiglia, fino agli amici ed all’ambiente di lavoro. Poi penso alla mia carriera, ai problemi, al mio modo di affrontarli e di riflettere. Continua a leggere

Indipendenza, la chiave della libertà professionale

Mi ricordo ancora la prima volta che mi sedetti ad una sedia, con di fronte a me un impiegato amministrativo, che mi sottoponeva un contratto a tempo indeterminato. Orario 9-18 con pausa pranzo, stipendio, straordinari, ferie pagate, malattia… Wow, pensai. Ero certo che la mia vita stesse prendendo la piega che avevo sempre desiderato.

Continua a leggere

Ci può essere amicizia fra manager concorrenti?

Una domanda semplice, ma che mi pongo leggendo e parlando con alcuni colleghi di vari settori e non solo. È nato prima la gallina o l’uovo? Ci può essere amicizia fra un uomo e una donna? È un po’ simile questa domanda, agli esempi che ho citato. Perché in realtà quello che noto sempre più spesso è che fra manager, specialmente dello stesso settore, c’è una grande rivalità e questo può essere un elemento che porta qualche malumore fra due professionisti.

Continua a leggere

Paura? Non facciamoci condizionare!

Ho sempre avuto le mie convinzioni e me le sono sempre tenute strette, anche a costo di andare contro corrente. Penso che un uomo che non è in grado di proporre le proprie, dovrebbe fare un corso specifico che aumenti il tasso di fiducia in sé stesso. Credo principalmente in quello che faccio (e mi diverto anche a farlo), credo nei valori dell’onestà, della famiglia e del rispetto per il prossimo ed ho un grande rispetto del lavoro. E mi batto ogni qualvolta trovo qualcuno che vuole convincermi che le sue idee siano migliori delle mie.

Continua a leggere

Pensate a ciò che desiderate: questo è il vostro tempo!

È un momento negativo. Questa è una frase che sento pronunciare da tanto, troppo tempo, al punto che questo “momento” sembra interminabile, infinito. Non mi piace questa cosa, per niente. Il rischio serio che riscontro nel nostro Paese e nel nostro tessuto sociale, è quello di assestarci su uno standard di vita che nessuno al mondo apprezzerebbe o esalterebbe. Ci siamo abituati a questa nuova condizione di insoddisfazione. E per quanto, fortunatamente qualcosa, sembra, si stia smuovendo, la fine di un tunnel nel quale ci siamo (ci hanno) infilato, mi sembra ancora troppo lontana. Qualcuno, timidamente, sembra provare a scuotere il mercato, creando business, alimentando nuove speranze, ma alla resa dei conti nessuno può essere contento.

Continua a leggere