Cosa ci aspettiamo dal 2020? A parte la provvidenza, il futuro è in mano nostra!

nuovo anno 2020

2020. Fa un po’ riflettere questo nuovo anno che si presenta particolare anche nell’aspetto. Venti-venti, l’ho sentito chiamare anche così. Non mi piace pronunciarlo in questo modo, ma all’antica: Duemilaventi. Cosa accadrà in questo nuovo anno? Come sempre buona parte delle cose che avverranno saranno frutto della provvidenza, ma tutto il resto, beh, dovremmo iniziare a farci delle domande. Cosa ci aspettiamo dal 2020 che va ad iniziare?

Vogliamo cambiare realmente le cose?

Anzitutto, la cosa migliore da fare, a mio giudizio, è proprio smettere di aspettare. È arrivato il momento di agire. Non siete stanchi di aspettare che ogni cosa si concretizzi? Non avete fretta di veder realizzati in vostri sogni?

Ovviamente, molti di voi, sperano di vincere una lotteria, di esser chiamati in posti di responsabilità e ben remunerati o di venir scelti per ruoli da protagonisti in un film di successo… Ma la domanda è: avere provato a giocare la schedina? Avete acquistato il biglietto della lotteria? E ancora, avete inviato il curriculum per il posto di responsabilità di cui sopra? Avete studiato recitazione?

Insomma, il concetto è: avete fatto tutto il possibile per raggiungere i vostri obiettivi, o aspettate che le opportunità vi arrivino dal cielo, magari per grazia ricevuta?

Cosa fare nel 2020

Credo che la prima grande iniziativa che possiamo intraprendere nel 2020 è quella di propiziare gli eventi attraverso azioni che possano farli realizzare. Creare una premessa di successo. Forse qualcuno non lo ha ancora capito, ma in questo mondo del lavoro ipercompetitivo, raggiungere dei risultati è già di per sé molto complesso, ma se poi noi ci mettiamo del nostro (anzi, non ce lo mettiamo proprio…) allora tutto diventa ancor più complicato. Perché qualcuno dovrebbe favorirci senza effettivamente meritare tali attenzioni?

Ma a fine anno è anche tempo di bilanci e la domanda che tutti noi dovremmo porci è: abbiamo dato realmente il massimo nel 2019? E quella immediatamente successiva è: ci sentiamo in pace con noi stessi per quanto fatto negli scorsi 12 mesi?

Due domande da porsi nel 2020

Se a queste due domande la nostra risposta è affermativa, possiamo certamente ripartire da un baluardo importante anche nel 2020. In caso contrario, forse, dovremo rivedere alcune nostre idee…

Ma noi, in ogni caso, vi auguriamo uno splendido 2020, pieno di gioie e soddisfazioni. Ma soprattutto vi auguriamo di realizzare tutti i vostri sogni più belli!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *