Eicma 2018, le moto più belle del Salone di Milano

terminali di scarico

Anche quest’anno l’Eicma di Milano è stato un evento di assoluto rilievo nel panorama motori italiano ed europeo: il salone delle moto ha attirato tantissimi visitatori entusiasti, confermandosi come un grande contenitore di passione e momento in cui ogni appassionato vive al massimo il suo speciale rapporto con le due ruote.

Ma quali sono stati i modelli più apprezzati dal pubblico? Abbiamo provato a stilare un veloce elenco delle moto più belle viste a Milano, che possono essere anche un “consiglio per l’acquisto” per chi intende salire in sella a un modello potente ed esteticamente perfetto.

Le novità dei motori. Partiamo da una premessa: il mondo dei motori sta conoscendo una grande rivoluzione. Da un lato, abbiamo l’impatto delle nuove tecnologie, che sta trasformando anche l’approccio ai servizi, come nel caso dell’acquisto online di accessori e componenti nuove: ad esempio, su OmniaRacing.net sono in vendita i pezzi utili per rendere più performante la propria moto, come terminali di scarico delle principali marche, adatte a chi ricerca un rombo speciale senza trascurare la sicurezza.

Arrivano le moto elettriche (ma ci piacciono?). L’altra tendenza è quella alla sostenibilità: per quanto sia inevitabile, è difficile pensare alla trasformazione “elettrica” di alcune moto storiche come la Vespa e la Harley Davidson; eppure, proprio a Milano i modelli “green” di questi due brand famosissimi hanno attirato curiosità e consensi da parte del pubblico, propenso a rinunciare a qualcosa in termini di efficienza, prestazioni e grinta in cambio di effetti positivi sulla riduzione delle emissioni e altri temi verdi.

Meglio la MV Agusta Brutale della Harley Davidson elettrica. Tuttavia, per quanto filosoficamente interessante, non possiamo incoronare la Harley Davidson LiveWire, la prima moto elettrica della società americana, come la moto più bella di Eicma; a nostro parere (e a quanto pare condiviso), il premio andrebbe assegnato piuttosto alla nuova Mv Agusta Brutale 1000 Serie Oro, che non a caso è risultata anche la più votata all’ormai storico sondaggio promosso dal magazine Motociclismo.

La moto più bella di Eicma. Basta uno sguardo per innamorarsi della moto di Schiranna, che per componentitecnici, ciclistici ed estetici è davvero “brutale”: nel solo allestimento omologato i numeri parlano di 208 cavalli a 13450 giri/min, con la coppia massima a 115,5 Nm, mentre nella versione “estrema” si arriva a 212 cv e oltre 300 Km/h di velocità di punta, che la rendono la naked più veloce del mondo. E il suo aspetto è adatto a questi tratti così aggressivi e ad accompagnare le corse (nel vero senso della parola) dei biker, con una livrea rosso fuoco con finitura opaca e altri “piccoli” accorgimenti di valore; in ultimo, a riprova della sua esclusività, la Mv Agusta Brutale 1000 Serie Oro sarà prodotta in soli 300 pezzi, accompagnati dal kit che include centralina e impianto di scarico SC-Project.

Menzione anche per Ducati e Aprilia. Tra le altre moto che hanno attirato sguardi e attenzioni all’Eicma 2018inseriamo anche la nuova Ducati Hypermotard 950 e l’Aprilia RSV4 1100 Factory, due vanti per il nostro Paese. La creazione della Casa di Noale cambia forma e struttura rispetto al passato, con un peso ridotto (oggi inferiore ai 200 chili) e un nuovo carico di cavalli (217 in totale), a cuisi accompagnano un differente setting della ciclistica, interventi strutturali sui freni e grafiche modificate (almeno nella versione RR). Il pubblico milanese ha poi premiato anche la “fun bike” di Ducati, che piace per l’estetica da supermotard da competizione e convince anche sotto l’aspetto delle prestazioni, migliorate da una nuova ciclistica e da un equipaggiamento elettronico di spicco.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *