,

Come far funzionare un e-commerce in tempi rapidi

far funzionare un e-commerce

Far funzionare un e-commerce in tempi rapidi: non è semplice

Non basta metter su un bel sito di e-commerce per avere la certezza di avere successo. Come far funzionare quindi un e-commerce in tempi rapidi?

Il commercio elettronico è uno dei settori che già da anni è in costante crescita in tutto il mondo, ivi compresa l’Italia. E nei prossimi anni i dati degli esperti indicano che questo tipo di business crescerà ancora. Un’attività online, che venga in buona parte gestita attraverso il web non è più un sogno.

Ma prima di riuscire ad ottenere risultati tangibili, gli imprenditori che puntano all’online per il proprio commercio devono conoscere bene alcune dinamiche importanti. E questo è necessario poiché su internet la concorrenza è davvero molto alta.

Per capire come creare e ottimizzare un e-commerce, e soprattutto poi aumentare conversioni e vendite, bisogna partire dall’analisi dei dati esistenti. Per aiutare in questa impresa, SEMrush nota piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online, ha raccolto e analizzato i dati di oltre 8.000 siti di e-commerce. Non solo: l’agenzia Hallam ha condiviso approfondimenti dettagliati sulla sua esperienza con i clienti.

11 suggerimenti per far funzionare un e-commerce

Sulla base di questi studi, SEMrush ha elaborato 11 suggerimenti per far sì che la propria attività online possa avere maggiori probabilità di successo. Vediamoli insieme.

1 Priorità al traffico mobile

Il “mobile” è la principale categoria di dispositivi in quanto a traffico: la diffusione degli smartphone in tal senso è stata determinante. La ricerca rivela che nel mondo dell’e-commerce il traffico mobile supera generalmente quello desktop, a prescindere dal settore o dal paese in cui hanno origine le ricerche. Pertanto è importante investire in un sito completamente responsive e ottimizzato per dispositivi mobili, così che possa offrire ai visitatori tutta l’esperienza che otterrebbero sul desktop.

2 Ottimizza per il Mobile-First Index

Concentrarsi sugli utenti mobile del tuo sito e-commerce è un’ottima strategia per il 2019. Il traffico da smartphone è in costante crescita, quindi non investirvi potrebbe portare a una grave perdita di clienti. Ottimizza ora il tuo sito per l’indicizzazione mobile-first per essere tra i primi nei risultati di ricerca.

3 Utilizza le SERP Feature

Le SERP Feature stanno diventando molto importanti. Grazie a esse si possono aumentare parecchio la visibilità, l’autorità e, di conseguenza, le vendite di un ecommerce. Le più comuni in tutto il mondo sono recensioni, site link, caroselli e immagini. Dalla ricerca si vede che “Recensioni” è la SERP feature più frequente; di conseguenza le recensioni sono uno dei mezzi più potenti che si può usare per aumentare le vendite.

4 Diversifica il tuo profilo Backlink

Presta attenzione al tuo profilo backlink perché Google sta cercando dei segnali della tua credibilità. Se il tuo sito guadagna dei link esterni da domini autorevoli riesci a posizionarti meglio.

5 Investi nella SEO

La SEO è senza dubbio il più importante aspetto nella “vita” di un e-shop. Google non posizionerà mai bene il tuo sito se ha difficoltà a scansionarlo e se non riesce a capire la sua struttura e difficilmente, dunque, lo proporrà agli utenti.

6 Implementa AMP sulle pagine chiave

Una versione AMP di un sito e-commerce è più mirata alla velocità piuttosto che a rendere facile la conversione all’utente. Però, grazie al fatto che il tempo di caricamento della pagina diventa più rapido, c’è molta più probabilità che l’utente faccia un acquisto.

7 Ottimizza le immagini per la ricerca e le conversioni

Le immagini sono fondamentali per mettere in mostra i proprio prodotti: è facilmente comprensibile quanto sia importante proporne di alta qualità. L’ottimizzazione delle immagini è una condizione primaria per le conversioni.

8 Implementa i dati strutturati

I dati strutturati ti consentono di comunicare a Google e ai clienti esattamente ciò che vuoi che sappiano sul tuo prodotto e sul tuo sito, in un’unica istantanea facile da comprendere per entrambi.

9 Shopping d’impulso Vs shopping pianificato

Per aumentare le vendite, diventa fondamentale ottimizzare il sito sia per quegli utenti che fanno acquisti pianificati sia per chi compra d’impulso. L’emotività che generano, ad esempio, le campagne pubblicitarie e le informazioni approfondite aumentano la conversione dei siti.

10 Scegli i giusti modelli di attribuzione

È importante utilizzare, nelle analisi delle prestazioni del traffico, un modello di attribuzione che supporti più punti di contatto invece di uno solo. Quindi, i modelli lineari o basati sulla posizione potrebbero essere scelte valide.

11 Trasforma gli eventi globali in vendite

Non bisogna farsi scappare l’opportunità di sfruttare i principali eventi del proprio settore. È fondamentale essere a conoscenza di quelli che sono i trend mondiali, delle tendenze del mercato, delle esigenze degli acquirenti, sapere chi sono i competitor e quali strategie utilizzare per superare i rivali sono passaggi obbligatori per convertire un e-shop, anche al livello iniziale, in un business vincente.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *