Ford Mustang: l’Ovale Blu festeggia i 10 milioni di esemplari

Ford Mustang

Quando arrivi a certi traguardi puoi parlare di successo assoluto. È il caso di Ford Mustang, da oltre 50 anni l’auto sportiva più venduta negli Stati Uniti, e, per il terzo anno consecutivo, incoronata come la vettura sportiva più venduta al mondo, che celebra la produzione del 10milionesimo esemplare prodotto.

La Mustang è un’icona dell’automotive, un punto di riferimento per chi ama le muscle car e le auto veloci in generali. È stata protagonista di grandi pellicole del cinema americano e non solo ed ancora oggi, a oltre cinquant’anni dalla sua creazione, mantiene inalterato il fascino ed il glamour, attraverso le tante rivisitazioni di cui ha beneficiato.

L’esemplare numero 10.000.000, costruita presso il Flat Rock Assembly Plant di Ford, in Michigan è una Ford Mustang GT convertible Wimbledon White equipaggiata con motore V8 da 450 CV e cambio manuale a sei rapporti, così come la prima Mustang di produzione (VIN 001), del 1964, dello stesso colore e modello, ma equipaggiata con motore V8 da 164CV e trasmissione manuale a tre rapporti.

“Mustang è il cuore e l’anima di questa azienda, oltre a essere una delle auto più amate al mondo”, ha dichiarato Jim Farley, President of Global Markets, Ford Motor Company. “Quando vedo una Mustang sfrecciare per le strade di Detroit, Londra o Pechino, provo la stessa emozione di quando acquistai la mia prima auto: una Mustang del 1966 che mi ha accompagnato ovunque per tutta la mia adolescenza. Mustang è un simbolo universale di buon umore”.

In Europa, dal lancio avvenuto nel 2015, Ford ha venduto oltre 38.000 esemplari di Mustang. Segno evidente della passione senza confini per questa straordinaria vettura. L’anno scorso, la muscle car dell’Ovale Blu, ha superato la Porsche 911 in 13 mercati europei, tra cui il Regno Unito e la Spagna, mentre i primi cinque mercati europei per le vendite di Mustang nel 2017 sono stati Germania, Regno Unito, Francia, Belgio e Svezia.

Sempre più apprezzata

Nel secondo semestre di quest’anno, l’Ovale Blu ha introdotto anche in Europa, la nuova Mustang, caratterizzata da un aspetto più elegante e sportivo, con interni arricchiti dall’uso di materiali soft-touch e da un quadro strumenti LCD da 12’’.

I motori aggiornati includono il V8 5.0 da 450 CV e la nuova trasmissione automatica da 10 rapporti capace di un’accelerazione da 0-100 km/h in soli 4,3’’. La trasmissione manuale a sei rapporti è equipaggiata dalla tecnologia rev-matching di Ford, che utilizza il sistema di controllo elettronico del motore per sincronizzare l’acceleratore, mentre il guidatore scala la marcia verso il basso, facendo corrispondere la velocità di rotazione del motore a quella del rapporto selezionato, per cambi di marcia fluidi e precisi.

Il divertimento alla guida della nuova Mustang è garantito dalla presenza dei nuovi ammortizzatori MagneRide e dalle funzioni Drive Modes, che ora includono anche la modalità personalizzabile My Mode. La nuova tecnologia di regolazione del sound dello scarico (Active Valve Performance Exhaust) offre l’innovativa modalità Good Neighbour, per una guida più silenziosa durante alcune fasce orarie.

Le tecnologie di assistenza alla guida, disponibili a bordo della nuova Mustang, che migliorano i momenti trascorsi al volante infondendo una maggiore tranquillità, annoverano il dispositivo di frenata automatica d’emergenza con assistenza pre-collisione e riconoscimento dei pedoni (Pre-Collision Assist with Pedestrian Detection) e il mantenimento della corsia di marcia (Lane Keeping Aid).

L’iconica hero car è disponibile anche nell’esclusiva versione BULLITT Limited Edition, che rende omaggio alla leggendaria Mustang GT fastback protagonista, insieme a Steve McQueen, dell’omonimo film del 1968 della Warner Bros. Per l’Italia, ordinabile in soli 68 esclusivi esemplari, nella tonalità Dark Highland Green, equipaggiati con un motore 5.0 V8 potenziato, in grado di “sprigionare” 459 CV e 529 Nm di coppia, abbinato esclusivamente alla trasmissione manuale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *