,

Guglielmo Miani: “Con LARUSMIANI vogliamo continuare ad offrire il meglio”

Guglielmo Miani LARUSMIANI

Guglielmo Miani e LARUSMIANI: questione di famiglia

Guglielmo Miani, guida un’azienda che per  ogni uomo di classe è un punto di rifermimento. LARUSMIANI non è solo un brand o uno showroom in Via Montenapoleone a Milano, ma è una sorta di tempio dell’universo maschile dal quale trarre ispirazione per l’outfit da lavoro e per il tempo libero, certamente, ma più in generale da cui comprendere le proprie esigenze prima ancora che esse si manifestino.

L’abilità di chi è alla guida di questa straordinaria azienda, infatti, è proprio quella di anticipare le tendenze e rendere gli accessori dei veri e propri oggetti cult. Di LARUSMIANI sono note le incredibili vetrine, le partnership nel campo dell’esclusività: alla base di tutto ciò c’è ovviamente una straordinaria organizzazione e manager capaci, guidati da Guglielmo Miani. Con lui abbiamo voluto parlare del mondo maschile e delle sue passioni, ma anche dei progetti per un brand in continua espansione.

L’intervista a Guglielmo Miani

L’uomo e la moda: che tipo di rapporto c’è?

Più che uomo e la moda direi uomo ed eleganza. Sicuramente sapersi vestire è una maniera di poter esprimere se stessi e rafforzare i propri valori, la propria immagine e il messaggio che si vuole dare all’esterno, senza togliere il desiderio di sentirsi bene con se stessi.

In che modo è cambiato il modo di scegliere il proprio abito per l’uomo moderno negli ultimi anni?

Sicuramente vestirsi si è evoluto con i modi d’uso e le abitudini che si sono via via modificate, poi oggi è molto più accettato vestirsi in maniera meno formale; tant’è vero che tante banche hanno abolito l’obbligo della cravatta e a volte anche del vestito.
Ciò permette all’uomo di potersi vestire con più personalizzazioni e con maggiore creatività e fantasia, ovviamente senza dover sembrare ridicoli o poco professionali: è fondamentale comprendere ciò che si può indossare secondo l’appuntamento o il momento specifico.

Cosa cercano per il proprio outfit i professionisti?

Oggi i nostri clienti sono soprattutto imprenditori, liberi professionisti, ma anche gente dello spettacolo o comunque persone che hanno una maggiore libertà di potersi vestire a loro piacimento, pertanto il vestirsi è diventato sempre di più una maniera di esprimere la propria individualità.  

L’uomo moderno è più vanesio rispetto al recente passato?

Sicuramente l’uomo moderno è più vanesio rispetto al passato, infatti guardando indietro di venti anni, a quei tempi era inimmaginabile pensare che gli uomini usassero creme o altro.  

Quali sono invece i capi must che non possono mancare nel guardaroba maschile?

Sicuramente un must del guardaroba maschile è lo smoking per il quale c’è sempre un’occasione. Visto il modo d’uso abbastanza sporadico, l’ideale sarebbe avere uno smoking fatto interamente a mano che comunque può durare anche 20 anni.

LARUSMIANI è un’istituzione a Milano e non solo: quali sono i punti cardine per il vostro business?

LARUSMIANI, più che un’istituzione, credo sia un brand che racchiude quei valori tradizionali di vera artigianalità, vero fatto a mano in Italia con una creatività accompagnata da uno stile molto moderno e fresco, ma al tempo stesso non estremamente modaiolo. Quando disegniamo un capo LARUSMIANI o un accessorio lo disegniamo con l’ottica che deve durare nel tempo.

Da sartoria a… LARUSMIANI oggi: quali sono stati i momenti più importanti e decisivi per il vostro successo?

Credo che il saper fare a mano interamente un vestito abbinato al nostro know-how tessile (LARUSMIANI produce e distribuisce più di 2 milioni di metri all’anno di tessuto in tutto il mondo) sono i punti cardine, i quali continueranno a garantire che il vero made in Italy sia salvaguardato e al tempo stesso modernizzato continuamente attraverso uno stile fresco e innovativo.

Voi puntate molto sulle partnership fra moda e passioni di vario tipo. Come mai questa scelta?

LARUSMIANI è sicuramente molto più un lifestyle brand che un brand di uno specifico prodotto, pertanto è naturale avvicinarsi alle passioni sia dell’imprenditore che guida il marchio sia ai propri clienti, di conseguenza anche le partnership sono il frutto di un voler tendere ad essere sempre innovativi migliorandoci anche attraverso lo scambio che accade in occasione delle varie collaborazioni, ad esempio, come quella con Automobili Amos lanciata di recente.

quali sono i vostri piani per il futuro?

I nostri piani sono quelli di continuare a offrire il meglio del meglio e nient’altro che quello. Non siamo un brand commerciale e non abbiamo come priorità quella di fare cassetto, ma piuttosto farci riconoscere dal mercato come il brand che maggiormente rispetta la vera artigianalità, il vero know-how del fatto a mano e da dove, dopotutto, il made in Italy è partito. Oggi forse alcuni brand hanno dimenticato da dove venivano e rischiano, a nostro avviso, di diventare estremamente commerciali e a volte addirittura cheap o scontati. In LARUSMIANI cerchiamo continuamente di provare a realizzare creazioni che ancora non esistono o di alzare sempre di più la nostra asticella a livello qualitativo, di innovazione e sfruttando la profondità del nostro know-how, partendo dai nostri artigiani fino ai creativi che attraverso la continua ricerca riescono a realizzare oggetti estremamente unici e originali.

Se lei dovesse pensare oggi all’uomo del prossimo futuro, come lo immaginerebbe?

Sicuramente l’uomo del prossimo futuro è un mix di praticità, semplificazione, ma al tempo stesso sofisticazione: less is more.

 

Tratto da Uomo&Manager di Marzo 2019

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *