Il Salone dell’Auto di Ginevra 2021 non si farà

Gina 2021

Importanti decisioni sono state prese in questi giorni su uno degli eventi del mondo dell’automotive più importanti del pianeta. Il salone dell’Auto di Ginevra 2021 non ci sarà

Nel comunicato diramato nei giorni scorsi si legge che il Comitato e il Consiglio della fondazione che gestisce l’evento hanno deciso di non organizzare il Salone di Ginevra 2021 per ovvie ragioni.

A seguito di un sondaggio, la maggior parte degli espositori ha indicato che probabilmente non avrebbero partecipato a un’edizione del 2021 e che stavano promuovendo un’edizione futura nel 2022. Dato che il settore automobilistico sta affrontando una grave crisi, gli espositori hanno bisogno di tempo prima di poter investire in uno spettacolo. Inoltre, non è certo che la situazione sanitaria consentirà l’organizzazione di un evento che riunirà oltre 600.000 visitatori e 10.000 giornalisti la prossima primavera.

Il Salone quest’anno è stato cancellato qualche giorno prima della sua apertura, quando l’emergenza di Covid-19 aveva iniziato a mietere le prime vittime e si stava affacciando prepotentemente in Europa. A marzo 2020, la Fondazione ha immediatamente chiesto al Cantone di Ginevra un sostegno finanziario per coprire le perdite causate dall’annullamento dell’evento, perdite stimate in 11 milioni di franchi svizzeri (circa 10 milioni e mezzo di euro) al fine di preparare una nuova edizione.

All’inizio di giugno, il Gran Consiglio di Ginevra ha approvato un prestito di 16,8 milioni di franchi.  Ringraziando le autorità competenti del Cantone e dello Stato di Ginevra per la loro disponibilità a concedere questo prestito, la Fondazione non lo ha considerato come una garanzia della sua stabilità finanziaria a lungo termine. 

In effetti, a partire dal giugno 2021, la Fondazione dovrebbe rimborsare 1 milione di franchi svizzeri senza aver beneficiato in anticipo di un afflusso di cassa, e per questo l’edizione 2021 non può aver luogo. Questo prestito è anche soggetto alla condizione che un evento sia organizzato nel 2021, e purtroppo la Fondazione è obbligata a rifiutare questa proposta.

La Fondazione ha deciso di favorire la vendita di GIMS a Palexpo SA (luogo dove si svolge ogni anno la manifestazione), con l’obiettivo di trovare una soluzione che consenta l’organizzazione regolare di un salone automobilistico internazionale a Ginevra. 

L’acquisto dei beni trasferirà tutti i diritti dell’organizzazione a Palexpo SA.

Il Salone dell’Auto di Ginevra è il più grande evento pubblico in Svizzera, i cui spin-off economici per il cantone di Ginevra sono stimati in circa 200 milioni di franchi svizzeri all’anno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *