Lamborghini è ancora Top Employer Italy

Automobili-Lamborghini

Lamborghini ci ha preso gusto. Per il secondo anno consecutivo, l’azienda di Sant’Agata Bolognese ha ricevuto la prestigiosa certificazione “Top Employer Italy 2015”, riconoscimento assegnato tutti gli anni dal Top Employers Institute alle imprese con eccellenti ambienti di lavoro e avanzate politiche di gestione delle Risorse Umane.

Il titolo viene assegnato al termine di un processo che dura circa un anno, che seleziona aziende con almeno 250 dipendenti a livello nazionale o 2.500 a livello internazionale. L’assegnazione della certificazione avviene dopo uno strutturato processo di analisi e verifica, che prende in considerazione 9 criteri di valutazione tra cui politiche retributive, condizioni di lavoro e benefit, formazione e sviluppo, opportunità di carriera e cultura aziendale.

Ovviamente raggiante il Presidente e CEO di Lamborghini Stephan Winkelmann. “Il nostro successo è frutto del lavoro e della dedizione delle nostre collaboratrici e dei nostri collaboratori che attraverso professionalità e passione contribuiscono quotidianamente al raggiungimento dei più ambiziosi obiettivi di business. L’investimento continuo nelle nostre persone e nello sviluppo delle loro competenze sono elementi chiave per diventare un datore di lavoro sempre più attrattivo e raggiungere alti standard di qualità ed eccellenza”.

Non meno felice si è dichiarato Umberto Tossini, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Automobili Lamborghini. “La nostra visione di Responsabilità di Impresa è basata sullo sviluppo sostenibile dell’economia, della società e dell’ambiente e ci guida nel promuovere una gestione incentrata sulle Persone. In quest’ottica abbiamo sviluppato progetti importanti, come il programma DESI, volto a combinare l’istruzione scolastica con la formazione professionale in azienda, ma anche un articolato programma di People Care incentrato su formazione, persone, benessere ed ambiente”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *