Mercedes-Benz Classe E Station Wagon: nuova concezione

Ripcordate il concetto di station wagon secondo Mercedes-Benz? Beh, cancellatelo, perché la nuova Classe E station wagon della casa tedesca, ha lo ha rivoluzionato, nel nome del design, della praticità e della versatilità.

La nuova Mercedes-Benz Classe E station wagon, riprende per molti tratti le linee della berlina, offrendo la possibilità come sempre di avere tanto spazio a bordo, anche se con un design decisamente diverso. È sempre una delle vetture più apprezzate del segmento: il volume di carico massimo di 1.820 litri e lo spazio per la testa e per i gomiti sui sedili posteriori, ancora generoso nonostante la linea del tetto nettamente più sportiva, rappresentano ancora una volta un record nella categoria, ma c’è qualcosa di diverso. Anche per quanto riguarda l’abitacolo, la Station Wagon riprende l’architettura della berlina. Per la plancia portastrumenti sono disponibili a richiesta due brillanti display ad alta definizione, entrambi di dimensioni generose e con diagonale dello schermo di 12,3 pollici. I due display si fondono visivamente sotto uno stesso vetro di copertura, creando un cruscotto widescreen. Il guidatore può configurare il display completamente digitale in base alle informazioni di suo interesse e alla visualizzazione che preferisce, scegliendo fra tre diversi stili: Classic, Sport e Progressive. Con i pulsanti Touch Control al volante, che hanno esordito sulla nuova Classe E, è possibile gestire la strumentazione e il sistema multimediale con semplici movimenti delle dita.

Il confort è assicurato per tutti gli occupanti, sia quelli dei sedili anteriori che posteriori. Ma quello che colpisce in questa vettura è la guida. Una volta si diceva “si guida da sola” in senso figurato, ora invece, questa definizione è più veritiera che mai. Noi abbiamo testato la nuova Mercedes Classe E station wagon sia in città che in autostrada e con i sistemi di assistenza alla guida, abbiamo più volte potuto permetterci il lusso di non guardare la strada. In particolare, in autostrada, per lunghissimi tratti, non è stato necessario toccare nè il volante, né il cambio, né anti meno i pedali. Davvero straordinaria la capacità di seguire la strada senza indecisioni e l’abilità del radar nell’individuare i potenziali pericoli, dunque moderare la velocità o remare prontamente. Ovviamente nel momento in cui si desidera riprendere in mano le redini della vettura, questa si rivela davvero grandiosa nella sua capacità di assecondare i desideri di chi è al volante, grande ad una straordinaria prontezza di risposta alle sollecitazioni, sia alla cavalleria, che allo sterzo.

Classe E Station Wagon sarà inizialmente disponibile con motore benzina a quattro cilindri (E 200 da 135 kW/184 CV e Classe E 250 da 155 kW/211 CV), e la E 220 d (143 kW/194 CV) con il nuovissimo motore diesel a quattro cilindri. Nel quarto trimestre del 2016 seguiranno la E 200 d da 110 kW (150 CV), la E 350 d con sei cilindri diesel e la E 400 4MATIC, equipaggiata con un sei cilindri a benzina che eroga 245 kW (333 CV) e vanta una coppia di 480 Nm. Al momento del lancio tutti i modelli sono equipaggiati con il nuovo cambio automatico a nove rapporti 9G-TRONIC.

Il primo livello Performance di questo modello molto versatile è la Mercedes-AMG E 43 4MATIC Station Wagon, a sua volta disponibile dal quarto trimestre. Equipaggiata con motore V6 biturbo da 3,0 litri e 295 kW (401 CV), cambio automatico 9G-TRONIC con tempi di innesto più brevi, trazione integrale 4MATIC Performance AMG e assetto sportivo indipendente, questa vettura assicura l’elevata dinamica di marcia e la grande agilità tipiche del marchio AMG.

I prezzi? L’entry level è fissato a circa 50.000 Euro, mentre per i top di gamma AMG si arriva a 90.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *