,

Microsoft, quante novità alla Worldwide Partner Conference 2016!

A margine della Worldwide Partner Conference 2016, Microsoft ha annunciato oggi grandi novità in merito alle iniziative per i partner.

L’azienda ha confermato l’impegno a investire nel canale e sottolineando il ruolo strategico giocato dai partner.

Gavriella Schuster, Corporate Vice President, Worldwide Partner Group nel blog post di oggi ha affermato che più del 90% del fatturato Microsoft proviene dall’area partner e proprio per questo conferma l’impegno a supportare il canale attraverso occasioni di formazione come la WPC, in cui offrire il meglio dell’innovazione tecnologica e continui momenti di confronto con gli esperti Microsoft.

Windows 10 ha confermato di essere la versione di Windows con la crescita più rapida di sempre, attualmente installato su oltre 350 milioni di dispositivi e utilizzato da oltre il 96% dei clienti Microsoft. Secondo uno studio commissionato a Forrester, le aziende che utilizzano Windows 10 stanno riscontrando grandi miglioramenti in termini di produttività e risparmio di costi con un ROI medio del 188% e recupero dell’investimento a 13 mesi di distanza.
A conferma dell’impegno di Microsoft a continuare a supportare le aziende in un’ottica di Digitalizzazione, Microsoft presenta Windows 10 Enterprise E3 per CSP. A partire da questo autunno, le aziende possono ottenere maggiore sicurezza e controllo a livello enterprise a solo 7$ al mese. Questo abbonamento è ideale per le aziende che hanno a disposizione un’organizzazione IT limitata, e vogliono affidarsi a un partner fidato ed esperto. I partner che si affidano a CSP saranno ora in grado di offrire ai propri clienti un ecosistema completo di soluzioni con Windows 10, Office 365, Microsoft Azure e CRM, gestibili attraverso un unico interlocutore.
Dal punto di vista dei dispositivi, Surface e Surface Hub continuano a guidare la trasformazione del business delle aziende. Nuove partnership con IBM e Booz Allen Hamilton rispondono alla domanda dei clienti di avere a disposizione soluzioni di business su misura per i servizi finanziari, beni di largo consumo, pubblica amministrazione e di assistenza sanitaria. Con Surface as a Service i partner possono offrire ai propri clienti funzionalità di primo livello, offrire la potenza dei dispositivi Surface, con maggiore flessibilità e dinamismo ed accedere a Microsoft Cloud Services.

I servizi Cloud di Microsoft stanno crescendo ad un ritmo record, registrando circa 120.000 nuovi abbonamenti Microsoft Azure al mese. Per aiutare le aziende a sfruttare le opportunità offerte dalla tecnologia, oggi Microsoft annuncia che Windows Server 2016 e System Center 2016 verranno presentata quest’anno a Ignite. Per aiutare le aziende a trasformare il loro business attraverso l’intelligenza del cloud, è stata annunciata la disponibilità di SQL Azure Data Warehouse che offre l’elasticità del cloud per data warehousing, con evidenti risparmi in termini di tempo e costi.
Un altro grande esempio di Digital Transformation protagonista della seconda giornata di WPC è l’esperienza di Schneider Electric, che sta sfruttando le potenzialità di Azure per portare l’energia solare sostenibile in più di 170 scuole e cliniche in Nigeria.
In un mercato che vede crescere la proliferazione di dispositivi mobili, l’esplosione dei dati, e l’affermarsi di un numero crescente di Millennials nel mondo del lavoro, con ripercussioni sulla sicurezza dei dati, è fondamentale per le aziende intraprendere un percorso di Business Transformation. Facebook è una delle aziende che utilizza Office 365 – per i suoi oltre 13.000 dipendenti a livello globale, con l’obiettivo di incrementare la produttività puntando sulla collaborazione e sulla comunicazione. Considerato il numero di dipendenti a livello globale, Facebook richiede una struttura IT flessibile e accessibile da più piattaforme. Con Office 365 Facebook è in grado di aumentare la produttività con nuove e potenti soluzioni disponibili per i dipendenti, come Delve e Focuesd Inbox, che consentono un nuovo livello di collaborazione intelligente.

Per aiutare i partner ad accelerare l’offerta sul cloud, Microsoft ha inoltre presentato oggi Skype Operations Framework, una piattaforma end-to-end di distribuzione che rende disponibile Skype for business online per le aziende.

Entro la fine dell’anno, Microsoft annuncia infine l’arrivo di Secure Productive Enterprise (SPE), una soluzione enterprise di nuova generazione che riunisce il meglio di Office 365, Windows 10 Enterprise e Enterprise Mobility Suite con l’avanzato piano E5, per offrire alle aziende maggiore produttività e sicurezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *