Monopattino elettrico: la nuova frontiera della micromobilità?

monopattino elettrico

E se andassimo in ufficio con il monopattino elettrico?

È se un giorno tutti noi andassimo a lavorare in monopattino? Via le auto, via le moto, gli scooter, persino le e-bike, il monopattino elettrico, magari in condivisione, potrebbe rappresentare una soluzione pratica, economica, ecologica.

La notizia è che hive, il brand di monopattini elettrici in condivisione lanciato nel 2018 a Lisbona ed ora parte di FREE NOW, la società nata dalla fusione dei servizi di mobilità di Daimler e BMW, si prepara ad avviare il servizio in Italia, in attesa della regolamentazione del settore. E lo fa partecipando come supporting partner a BluE, la manifestazione dedicata alla mobilità elettrica, che invaderà la città di Milano dal 9 al 14 aprile con eventi, momenti di confronto, exhibition e test drive in varie zone della città.

Come spiega Tristan Torres Velat, CEO di hive: “Per tutta la durata dell’evento potrete trovare i nostri monopattini elettrici in diverse location della città ed in particolare nel BluE Village di Porta Venezia, dove sarà possibile effettuare un vero e proprio test drive del mezzo. Abbiamo scelto BluE per presentare ufficialmente il nostro servizio in Italia e dare così un segnale importante di come hive potrebbe contribuire a trasformare lo scenario di mobilità delle nostre città in chiave sostenibile, innovativa e divertente”.

Divertente, pratico ed economico: le caratteristiche del monopattino elettrico

Ci avete mai pensato? Lo portate fin dentro casa, lo potete lasciare in ufficio, lo ricaricate attraverso le normali prese di corrente. Cosa c’è di più pratico? Certo, dovrete calcolare bene i tempi e le distanze perché questi piccolissimi mezzi di trasporto non sono certo dei razzi, ma una volta fatta l’abitudine, il monopattino elettrico potrebbe rappresentare quello che oggi è per molti lo scooter o la motocicletta, in termini di micromobilità. E se la scelta dovesse ricadere sulla modalità sharing, sarebbe tutto ancor più semplice.

Infatti, solo nei primi mesi del 2019, il servizio di monopattini elettrici in condivisione di hive è già sbarcato in altre 3 città Europee – Parigi, Atene e Varsavia – che si si sono aggiunte alla capitale portoghese, raggiungendo una flotta totale di circa 4.000 monopattini elettrici. L’avvio di hive in queste location offre buone ragioni per credere in un ulteriore sviluppo di successo del servizio in tutta Europa ed anche in Italia. In pochi mesi, infatti, i monopattini di hive sono stati usati da oltre 11.000 passeggeri, che hanno effettuato più di 60.000 noleggi. Dati che dovrebbero far riflettere.

Tristan Torres Velat aggiunge: “Per noi questo è solo l’inizio: molte altre città verranno lanciate nel corso dell’anno. La micromobilità, infatti, è uno dei temi più attuali del momento e hive giocherà un ruolo di rilievo nello scenario Europeo. Nel 2019, ci aspettiamo, infatti, che il quadro normativo venga sviluppato anche in alcuni dei mercati che ne sono attualmente sprovvisti, come ad esempio l’Italia, dove siamo pronti a lanciare il servizio in completa collaborazione con le amministrazioni locali”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *