“Olivetti 110 anni di innovazione”: una mostra per celebrare un progetto visionario

“Olivetti 110 anni di innovazione”

Adriano Olivetti è stato uno dei più grandi imprenditori italiani, in quanto ha saputo coniugare una grande ambizione, una straordinaria abilità nel prevedere le esigenze del mercato e la fantastica capacità di instaurare con i suoi dipendenti un’ottima intesa.

È stata inaugurata oggi all’Officina H di Ivrea e realizzata con il patrocinio del Comune di Ivrea e in collaborazione con l’Associazione Archivio Storico Olivetti e la Fondazione Adriano Olivetti, la mostra aperta a tutti gratuitamente “Olivetti 110 anni di innovazione”, che resterà aperta al pubblico fino al 27 gennaio 2019.

L’esposizione celebra il 110° anniversario della nascita di Olivetti e il recente riconoscimento UNESCO alla città di Ivrea, modello di riferimento sociale per la moderna visione della relazione tra industria e architettura sviluppatasi tra gli anni ’30 e ’60 del secolo scorso.

Numerosi sono gli elementi che hanno caratterizzato la storia di Olivetti (che ora è il polo digitale del gruppo TIM) e che vengono ripercorsi nell’esposizione: si possono ammirare, infatti, una ricca selezione di manifesti tra i più significativi della produzione dell’azienda, una collezione delle locandine pubblicitarie di Giovanni Pintori e di artisti vari tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60 e una importante raccolta di fotografie uniche.

La capacità visionaria che caratterizza la storia di Olivetti trova espressione nei prodotti iconici come le famose macchine per scrivere “Lettera22”, nata nel 1950, e “Valentina”, progettata nel 1968, per citare alcuni degli oggetti in mostra. Un excursus che arriva  fino al mondo digitale di oggi con il Form 200, registratore di cassa connesso e primo prodotto realizzato grazie all’Olivetti Design Contest promosso dall’azienda e rivolto agli studenti delle maggiori università europee di design.

“Olivetti ha scritto pagine importanti nella storia industriale italiana e continua a puntare sulla costante capacità di innovare. Questa mostra vuole testimoniare il fil rouge tra passato, presente e futuro dell’azienda”, dichiara Antonio Cirillo, Amministratore Delegato di Olivetti.

“Innovare significa non dimenticare i grandi insegnamenti che vengono dal nostro passato, e sono questi lo spirito e la convinzione con la quale abbiamo lavorato nel percorso espositivo che celebra 110 anni di una storia unica e straordinaria. E’ la nostra identità, sono le nostre radici, oggi finalmente riconosciute patrimonio di tutta l’Umanità. Per un futuro nel segno di Adriano Olivetti”, testimonia Beniamino de Liguori, Fondazione Adriano Olivetti.

“La mostra per i 110 anni di Olivetti suggella e arricchisce di significato il recente riconoscimento UNESCO di “Ivrea, Città Industriale del XX Secolo” e costituisce un significativo tassello della proposta culturale che può emergere dalla straordinaria esperienza olivettiana. Una proposta che continua ad essere più che mai attuale e che può, solo investendo in un lavoro sinergico di tutta la comunità e dei soggetti pubblici e privati, traguardare una risonanza internazionale”, afferma Stefano Sertoli, Sindaco Città di Ivrea.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *