OMEGA, l’orologio del… First Man – Il Primo Uomo

Omega_First_Man

È uno dei brand dell’orologeria preferiti dal pubblico maschile. Non è un caso che siano stati scelti i segnatempo OMEGA nel film di Universal Picture, First Man – Il Primo Uomo, dal prossimo 31 ottobre.

Protagonisti della pellicola, il regista vincitore dell’ Oscar® Damien Chazelle e Ryan Gosling si sono ritrovati per First Man – Il Primo Uomo, che narra la storia dietro alla prima missione sulla luna con equipaggio, che vede protagonista Neil Armstrong nel decennio che ha portato allo storico volo dell’Apollo 11.

Un resoconto reale e intimo raccontato dal punto di vista di Armstrong, basato sul libro scritto da James R. Hansen. Più precisamente, il film esplora i trionfi e i sacrifici di Armstrong, della sua famiglia, dei suoi colleghi e di tutta una nazione per una delle missioni più pericolose della storia.

OMEGA ed il programma spaziale, hanno un rapporto prioritario. Infatti, nel 1964 la NASA è alla ricerca di un orologio che possa essere qualificato per le missioni con equipaggio. Molti marchi sottopongono i propri segnatempo agli aggressivi test, ma solo l’OMEGA Speedmaster li supera e come risultato, l’1 marzo 1965 viene dichiarato: “Flight Qualified for all Manned Space Missions” (qualificato al volo per tutte le missioni spaziali con equipaggio). Il suo utilizzo viene esteso anche alle missioni successive. E ancora oggi lo Speedmaster è ancora utilizzato per i voli spaziali e a bordo della Stazione Spaziale internazionale.

In particolare, nel 1969, durante la missione Apollo 11, l’OMEGA Speedmaster diventa il primo orologio indossato sulla luna. Per la produzione di First Man – Il Primo Uomo, OMEGA ha fornito gli Speedmaster dell’epoca insieme a diversi orologi di quel periodo. Gli appassionati del cinema d’azione e delle splendide creazioni della storica azienda produttrice di segnatempo leggendari, è l’occasione per vivere un’avventura davvero bella.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *