, ,

Partnership d’élite fra Benetti e Kiton

Partnership. Una parola che in più di un’occasione abbiamo celebrato. Di questi tempi unire le forze può essere davvero determinante. L’ultima in ordine di tempo che abbiamo avuto modo di apprezzare è quella tra il cantiere Benetti, tra i più importanti costruttori di megayacht al mondo e Kiton, il prestigioso marchio di alta sartoria italiana.

Ma cos’hanno in comune un costruttore in ambito navale ed una azienda d’abbigliamento sartoriale? Certamente sono due passioni maschiliLa sinergia tra le due aziende nasce dall’obiettivo comune di creare un’esclusiva esperienza bespoke per i clienti finali, in linea con la filosofia e i valori condivisi: passione, innovazione, artigianalità.

“Obiettivo della collaborazione è dedicare una crescente attenzione ai nostri clienti che scelgono uno stile di vita unico ed esclusivo”, afferma Antonio De Matteis, CEO di Kiton, e prosegue: “Eccellenza e qualità: sono questi gli elementi alla base della partnership, di cui siamo molto orgogliosi. Benetti è un’eccellenza italiana che sposa pienamente il nostro DNA: family-feeling, innovazione, stile e qualità”.

“Lo stile inconfondibile di due ambasciatori del made in italy si coniuga perfettamente con questo accordo che ci accompagnerà nei saloni nautici di tutto il mondo e non solo” commenta Fabio Ermetto – CCO di Benetti.

In occasione dei boatshow internazionali in programma fino al 2017 (Cannes, Montecarlo, Fort Lauderdale, Miami, Dubai, Singapore ed Hong Kong), i sarti professionisti di Kiton saranno a disposizione degli armatori Benetti e i top client del brand partenopeo avranno accesso privilegiato al mondo dei super yacht Made in Italy.

La collaborazione prevede difatti l’opportunità per i clienti VIP Benetti di programmare visite private presso le sedi Kiton di Napoli e Milano e per i top client Kiton l’occasione di accedere ai punti “Yachtique”, vere e proprie lounge del lusso nautico, e alla boutique Benetti di Viareggio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *