PIANETA, l’uovo spaziale come soluzione per un home-office di qualità e stile

PIANETA HOME OFFICE

Un ufficio in una capsula spaziale? Potremmo tranquillamente definire così PIANETA, un “uovo spaziale” all’interno del quale poter lavorare, ma non solo. La proposta arriva dall’Elli&Rini presenti al Fuorisalone 2021 della Milano Design Week.

PIANETA è la sintesi della creatività dell’architetto design Giovanni Dudan unita alla progettualità ingegneristica e visionaria di Elli&Rini, ovvero gli ideatori futuristi Federica Foiadelli e Sergio Vaccarini che hanno dato vita ad una soluzione home-office dalle linee pulite, eleganti e ricche di tecnologia, il cui risultato è appunto un uovo spaziale dal design immersivo, luminoso, tecnologico e “tailor made” al tempo stesso, dal momento che è realizzabile e modulabile a proprio gusto e secondo le necessità, nel rispetto di una assoluta personalizzazione del “proprio spazio” di lavoro e concettuale. 

PIANETA HOME OFFICE

Cosa c’è all’interno di PIANETA

Realizzata in materiali naturali ed ecosostenibili, PIANETA è una struttura in base lignea di 2,5 mq dotata di monitor, impianto dolby, webcam, sistemi di ricarica wireless che grazie ad un pannello di controllo aptico dalle forme avveniristiche permette la gestione di ogni interazione. All’interno gli elementi hi-tech si integrano perfettamente a quelli materici quali legno, tessuti, pelli, pannelli retroilluminati che garantiscono una perfetta esperienza sensoriale.

La sua lavorazione artigianale, il suo concept e la realizzazione sono il risultato del più puro made in Italy. All’interno è anche previsto un innovativo sistema di sanificazione che si basa sul principio della fotocatalisi. 

“PIANETA – spiega Sergio Maria Vaccarini, Founder CEO di Elli&Rini – costituisce un’evoluzione nel modo di fruire gli spazi improntato ad un concetto del vivere moderno. Riteniamo si possa parlare a buon diritto di una nuova modalità di digital living da applicare ai luoghi di lavoro, agli spazi abitativi, al retail, all’hotellerie, alla ristorazione e anche a quello di boutique che ricercano nuove soluzioni per garantire spazi intimi e personali ma perfettamente integrati con l’ambiente circostante. In una parola – conclude Vaccarini – uno spazio nello spazio”. 

“Con l’avvento della pandemia – dichiara Federica Foiadelli, Co-Founder e Brand Ambassador di Elli&Rini – abbiamo ritenuto necessario ripensare gli spazi non solo lavorativi ma anche abitativi. Abbiamo colto questa sfida nella consapevolezza che la modernità, sempre più dinamica e alla ricerca di innovazione e servizi più efficienti, abbia bisogno di trovare nuovi modi di fruire i luoghi di lavoro e del tempo libero offrendo al tempo stesso esperienze capaci di rispondere alla rivoluzione digitale in atto, senza perdere tuttavia in umanizzazione. Non è solo una postazione fatta di desk e seduta, – conclude Foiadelli – ma un luogo tecnologico in cui connettersi con il mondo”.    

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *