,

Una rivoluzione tecnologica a portata d’uomo

rivoluzione tecnologica

Dalla Blockchain all’Intelligenza Artificiale, dall’utilizzo del 5G nella nostra quotidianità al nuovo modo di acquistare, gestire ed ottimizzare dal punto di vista energetico piccoli appartamenti o interi quartieri green. Prepariamoci ad un cambiamento che metterà d’accordo uomini e macchine.

Innovazione e Industria 4.0

Il mondo di oggi è sempre più ricco di opportunità, foriero allo stesso modo di cambiamenti sociali e di trasformazioni organizzative che la rivoluzione tecnologica in atto determina, in termini di modificazione negli stili di vita, nelle abitudini e nei comportamenti. L’Industria 4.0 e l’innovazione che apporta all’interno delle imprese, dei prodotti e dei servizi che i consumatori finali possono acquistare hanno un impatto sempre più evidente e positivo sulle economie che costituiscono il sistema produttivo nazionale, sulle dinamiche di scambio tra i distretti industriali locali e sulla capacità di tutti gli attori coinvolti nella nuova Rivoluzione Industriale 4.0 ad impegnarsi quotidianamente nell’innovazione e nel miglioramento  delle attività produttive tradizionali.

I soliti sospetti dell’innovazione

Ma in questo percorso di evoluzione della specie che porta le aziende a capire ogni giorno di più il valore delle tecnologie emergenti nel creare nuove soluzioni, nuovi mercati su cui vendere e solidi posti di lavoro, esistono tecnologie che più di altre stanno silenziosamente aiutando imprenditori e multinazionali a prendere alcune decisioni strategiche verso il futuro. La tecnologia blockchain, ad esempio, in Italia è un concetto ancora solo abbozzato, molto discussa, ma davvero poco conosciuta, da cui tuttavia non si potrà prescindere nei prossimi 3-5 anni, poiché rappresenterà più di 16 miliardi di dollari di investimenti globali entro il 2024 in settori molto lontani da quelli che comunemente pensiamo siano tipici per il suo utilizzo. Passeremo così da un suo impiego nel settore finanziario ed assicurativo (FinTech & InsurTech) alla sua applicazione nel mondo della moda (FashionTech), nel settore sanitario (eHealth), nel mercato immobiliare a 360° (PropTech) e a protezione della qualità, della bellezza e dell’autenticità dei prodotti della filiera agricola italiana (eFoodTech). Di pari passo, grazie all’Intelligenza Artificiale potremo ottimizzare i processi di produzione, dalla creazione del prodotto alla consegna al consumatore finale in modo più veloce, efficiente e sicuro per tutti gli esseri umani.

Il mercato del futuro sarà anche caratterizzato dalle tecnologie 5G che consentiranno, ad esempio, di verificare lo stato di salute dei nostri anziani (MedTech) o di portare loro le cure di primo livello (DigitalHealth) direttamente nelle loro case via smartphone, grazie ad una tecnologia sempre più mobile e a costi bassissimi. 

Guida autonoma per rendere le nostre città sempre più sicure, droni per portare direttamente gli acquisti nel giardino delle nostre case, oppure, molto meglio, per consegnare sacche di sangue o medicine nelle zone più remote del Congo ove i medici lottano non solo con l’ebola, ma anche con la logistica, ed ancora tecnologie predittive in grado di metterci in allerta se l’algoritmo che le compone “fiuta” un pericolo, sono innovazioni sempre più silenziosamente parte del nostro mondo. 

Blockchain, AI e altri compagni di viaggio

Per la Legge di Moore, la complessità di un microcircuito raddoppia ogni 18 mesi. Ma le nuove tecnologie stanno accelerando cinque volte più velocemente di quella celebre legge! Questo aumento esponenziale della velocità di diffusione delle tecnologie emergenti parte senza dubbio da alcuni settori specifici come la robotica (Robotics), la genetica (BioTech) e le nanotecnologie (NanoTech) ma la corsa dell’innovazione digitale contamina sempre più velocemente lo sviluppo del settore privato. Pensiamo solo all’incremento incredibile della potenzialità di calcolo dei computer delle attuali linee produttive oppure alla velocità con cui oggi i semplici server delle PMI di periferia sono in grado di definire tendenze qualitative a partire da complicati Big Data, sino ad arrivare al concetto di Computer Quantistico, cioè un super elaboratore che sfrutta le proprietà degli atomi per aumentare la propria capacità di calcolo, in grado di risolvere in poco più di tre minuti un’operazione che ad un computer tradizionale richiederebbe 10.000 anni (FinTech).

Consapevolezza verso il futuro

Queste tecnologie costituiranno senza dubbio un potente driver di sviluppo, definiranno nuovi modelli di business e innescheranno processi di progresso sociale inarrestabili (EdTech). Come afferma profeticamente Steven Pinker, scienziato statunitense e professore di psicologia ad Harvard, “Il progresso consiste nel distinguere quanto più possibile i diversi aspetti di un processo sociale in modo da massimizzare i benefici per l’umanità e minimizzare i danni”. Il punto su cui si interrogano statisti e leader, filosofi ed istituzioni è proprio questo: quale sarà l’impatto di questa rivoluzione in termini di benefici, ma soprattutto quali conseguenze determinerà a livello sociale ed economico e quali effetti si produrranno dal punto di vista etico e morale? Come osservatori e professionisti di settore abbiamo la responsabilità di raccontare sempre e solo quanto si vede e si conosce veramente perché, qualsiasi sarà l’impatto dell’innovazione sulle nostre vite, è un dato di fatto che le nuove tecnologie costituiranno uno dei fattori di democrazia, di civiltà e di evoluzione in grado di rappresentare davvero il cambiamento che vorremmo vedere.

 

A cura di Enrico Molinari Martinelli e Domenico A. Modaffari

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *