Settembre, il mese dei progetti e delle ripartenze. Siete pronti?

settembre

Basta farsi un giro sui vari social network per comprendere l’umore di chi dopo 15-20 giorni di vacanza torna al lavoro. È cupo, nero. La sveglia che suona, gli abiti da ufficio da tornare ad indossare, il traffico

Insomma, il mese di settembre, che quest’anno è iniziato “convenzionalmente” il 30 agosto, è certamente tra i meno amati dell’anno.

Eppure, io ho sempre visto nel nono mese del calendario, una sorta di nastro di partenza, l’inaugurazione di una nuova stagione e, come tutte le cose nuove, mi entusiasma. Devo dire la verità: il lavoro non mi ha mai spaventato e le giornate senza orologio mi annoiano terribilmente. Forse in questo sono avvantaggiato. Sarà per questo che amo settembre, mese in cui tutto riparte, i negozi riaprono, gli uffici tornano operativi, tornano ad arrivare le mail (speriamo sempre quelle belle), il telefono si rianima… Insomma, vedo in questo mese una sorta di primavera della normalità.

Un po’ come il campionato di calcio: ogni anno finisce a giugno e a seconda della fede ci si entusiasma o ci si deprime per i risultati ottenuti, ma poi arriva settembre, tutto ricomincia daccapo ed ogni tifoso può tornare a sognare.

Mi piace pensarlo così il rientro del lavoro a settembre, come un inizio nuovo ogni anno, una nuova possibilità di ripartire, con nuove idee, progetti pianificati o completamente da scrivere.

Ripartiamo alla grande!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *