Sicurezza sul lavoro: alcuni consigli per l’imprenditore

sicurezza sul lavoro

In Italia le norme inerenti la sicurezza sul lavoro, prima tra tutte la legge n.81 del 2008, mirano a regolare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Il compimento di questa legge ha permesso alla legislatura di fare un grande passo in avanti, per quanto riguarda questo campo, poiché ha ordinato tutte le leggi che regolamentano la sicurezza sul lavoro.

La legge n.81 del 2008 è molto voluminosa, infatti include 306 articoli e 51 allegati, quindi le aziende che vogliono rispettare completamente queste leggi, possono rivolgersi ad aziende esterne specializzate per regolarizzarsi davanti la legge. È fondamentale che i lavoratori dispongano di una formazione per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro, proprio per questo esistono diversi corsi, ad esempio il corso RLS.

Vediamo dunque di seguito quali sono i principali obblighi per le aziende nell’ambito della sicurezza sul lavoro, ossia quali sono i documenti indispensabili e le figure aziendali necessarie per essere in regola con la normativa.

Piano Operativo di Sicurezza

Il POS (Piano Operativo di Sicurezza) è un documento obbligatorio che tutte le aziende devono avere prima di iniziare un qualsiasi lavoro.  Questo documento deve essere scritto dall’azienda, e deve contenere le informazioni relative a tutti i rischi a cui i lavoratori sono esposti, alla protezione e prevenzione dei pericoli e l’organizzazione della sicurezza.

Parlando di POS l’aspetto più importante da considerare riguarda i contenuti minimi indispensabili, come ad esempio i dati identificativi dell’azienda. Praticamente nel POS per poter aprire un cantiere devono essere presenti: i dati anagrafici del datore di lavoro, le attività che verranno effettuate con il cantiere, i nomi degli addetti al pronto soccorso, ai sistemi anti-incendio, all’evacuazione e alle emergenze. Se presente, bisogna aggiungere anche il rappresentante alla sicurezza.

Tra i dati obbligatori invece, svettano il nome del medico di riferimento, quello del responsabile dei servizi di prevenzione e protezione, il nome del capocantiere e del direttore tecnico ed infine il numero dei lavoratori presenti nel cantiere. Per quanto riguarda i lavoratori invece, nel POS bisogna inserire le varie mansioni di ognuno di loro, descrivere le varie attività, inserire il numero di ponteggi presenti, se vengono utilizzate sostanze pericolose, bisogna specificare il rumore prodotto dal cantiere e chiarire perfettamente le misure di protezione dei lavoratori, per poter scrivere un piano operativo di sicurezza corretto.

Corsi di formazione obbligatori sicurezza sul lavoro

Il corso RSPP

La figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è incaricata dal datore di lavoro e deve occuparsi di valutare i rischi che riguardano l’azienda stessa e i lavoratori. Questa figura deve contribuire alla scrittura del Documento di Valutazione dei Rischi, cioè un documento obbligatorio che deve essere scritto dal datore di lavoro e il medico competente, per trovare i rischi principali dell’azienda e specificare le misure cautelari per scongiurarli.

Il corso RLS

Nell’ambito della formazione dei lavoratori non si può non parlare del corso RLS, dedicato al Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. Questa figura, a differenza del RSPP, viene nominata dai dipendenti dell’azienda, quindi i suoi colleghi, e il suo ruolo è molto importante. Infatti il suo compito è quello di fare da tramite tra lavoratori e datore di lavoro, su tutto ciò che riguarda la sicurezza dell’attività lavorativa. Il numero di Rappresentanti dei Lavoratori in un’azienda dipendono dalla dimensione della stessa.

Il corso di primo soccorso

Molto importante, quasi indispensabile è il corso di primo soccorso. Il datore di lavoro infatti deve nominare un addetto al primo soccorso, cioè un lavoratore che in un momento di emergenza (un malore ad un collega) è capace di compiere le azioni di primo soccorso, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. La persona incaricata non può rifiutare l’incarico, infatti deve necessariamente seguire un corso propedeutico per imparare al meglio come soccorrere una persona.

Il corso Antincendio

Naturalmente in un’azienda, se si parla di formazione sulla sicurezza, non si può non parlare del corso Antincendio, questo è diverso per ogni tipologia di azienda. Come nel caso precedente il datore di lavoro deve designare un addetto antincendio, che nel momento del bisogno sappia utilizzare estintori e altri dispositivi per estinguere un incendio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *