Articoli

B1 CARD by PININFARINA, l’evoluzione digitale del biglietto da visita

Stile, eleganza e sostenibilità, tutto questo in un biglietto da visita digitale. L’evoluzione tecnologica arriva anche in quello che è considerato un indispensabile elemento che accompagna le occasioni di incontro dei businessman, ovvero il biglietto da visita.

Un progetto firmato Pininfarina Segno: un piccolo dispositivo che contiene le nostre informazioni, proprio come un biglietto da visita, ma in formato digitale. Si chiama B1 CARD by PININFARINA.

“Abbiamo fin da subito apprezzato il progetto B1 per la sua visione molto contemporanea” afferma Silvio Angori, CEO del Gruppo. “Trovo che abbia un approccio geniale nell’ampliare le funzionalità del biglietto da visita, dando risposta alle attuali esigenze del mercato. Da oltre 90 anni l’innovazione è uno dei valori chiave che guidano il design Pininfarina, per questo valorizzare le idee che guardano al futuro fa parte del nostro DNA”. 

B1 CARD by PININFARINA

Come funziona

B1 CARD by PININFARINA consente di esportare i contatti direttamente nella rubrica dello smartphone del proprio interlocutore, attraverso una applicazione, con funzioni digitali che permettono di registrare più posizioni aziendali, gestire ogni tipo di informazioni condivise, monitorare gli analytics e molto altro. 

Questo strumento tecnologico permette anche di eliminare lo spreco di carta, rendendo più semplice e sostenibile modificare o aggiornare i propri dati e quelli dei propri dipendenti e/o collaboratori, ma anche link di approfondimento, presentazioni e form di contatto con un semplice click, trasmettendoli ai vari device. Inoltre, ogni card acquistata aiuterà a far crescere la Foresta Pininfarina Segno, creata in collaborazione con Treedom. È possibile scegliere fra tre tipologie diverse: Basic, Pro e la prestigiosa One Edition, edizione limitata di 500 pezzi numerati. 

Attraverso l’app si possono gestire più profili dalla stessa card, scegliendo ogni volta quale mostrare; aggiornare costantemente i propri dati e selezionare quali condividere; monitorare le diverse attività, come il numero di condivisioni effettuate e le registrazioni ai propri form di contatto. Con l’app è possibile trasmettere i dati anche in caso di mancata connessione. 

All’interno dell’App B1card, grazie alla funzione ID LEVEL, si può decidere quali e quanti dati condividere con l’interlocutore fornendo la massima libertà di gestione della privacy la quale viene garantita anche da un sistema di crittografia AES a 256 bit. In caso di smarrimento, con un click sull’app la card può essere disabilitata e richiederne facilmente una in sostituzione.

B1 CARD by PININFARINA è personalizzabile grazie al servizio di progettazione grafico tailor-made che permette di scegliere layout, materiali, colori e finiture in base alle proprie esigenze. 

“Tecnologie innovative e competenze artigianali si fondono con il design senza tempo di Pininfarina. Guardare il prodotto da una nuova prospettiva ridefinendone i canoni: questo è l’humus da cui prendono vita i nostri prodotti”, spiega Davide Fabi, C.E.O. di Pininfarina Segno. “B1 CARD è uno step importante nella nostra ricerca di soluzioni sempre nuove e uniche, che possano essere un supporto a professionisti e aziende nel potenziare il loro business”. 

Il biglietto da visita: i dati che non possono mancare

Il biglietto da visita, o business card, è fondamentale per tutti noi. Presentandosi ad un interlocutore, la prima cosa da fare dopo la classica stretta di mano è offrirgli il nostro biglietto da visita, affinché possa archiviarlo e ricordarsi di noi al bisogno. Ma come deve essere realizzato? Quali sono i dati indispensabili che non devono mancare?

Continua a leggere