Articoli

Il padel è lo sport del momento: ecco perché è perfetto per i manager

Il padel è lo sport del momento. Migliaia di sportivi e non in tutta Italia hanno scelto questa pratica sportiva per divertirsi e scaricare un po’ di stress derivante dalla vita di tutti i giorni. Ma perché il padel è uno sport così amato dai professionisti e dai businessman?

Iniziare a giocare a padel

Sono tanti i manager che hanno scelto questo sport per diverse ragioni, anche perché è uno sport semplice da praticare, soprattutto se si hanno basi tennistiche. Ma se non è così, non c’è problema, basteranno poche lezioni (5 o 6 da un’ora circa) per apprendere le impostazioni e le regole del padel. In 90 minuti di padel (questa la durata di un match) si corre tantissimo, si allenano le braccia, la parte superiore del busto e ci si diverte un mondo. Cosa volere di più?

Che tipo di attrezzatura serve per cominciare? Non molto. Spesso, infatti, se si inizia dalle lezioni, i maestri forniscono sia la racchetta da padel che le palline (ovviamente): per iniziare sono sufficienti un paio di scarpe da ginnastica e un abbigliamento sportivo (maglia e pantaloncini). Se, invece, si preferisce iniziare con qualche partita amichevole con i propri amici “padelisti”, c’è la possibilità di noleggiare la racchetta con pochi euro al momento dell’arrivo al campo di gioco.

Una volta apprese le tecniche base e le regole, si può cominciare! Ed è qui che arriva il bello.

Infatti, nei tanti campi presenti sul territorio è possibile giocare ogni giorno a qualsiasi orario. Questo significa che si può praticare in pausa pranzo, in orari serali, il sabato e la domenica. Alcuni circoli offrono l’opportunità di prenotare il campo anche alle 7,30 del mattino!

App per il padel: utilissime!

Ma non è tutto. L’esponenziale crescita della notorietà del padel ha fatto sì che si sviluppassero tantissime app che permettono non solo di prenotare e pagare un campo direttamente dal proprio smartphone, ma anche di organizzare direttamente le partite e invitare amici e non ad aggregarsi: questo significa che è possibile organizzare una partita anche se si è da soli e attendere che altri appassionati si uniscano e si formi il gruppo di 4 persone, numero necessario per giocare. Il tutto avviene solitamente in pochi minuti!

E questo piace tantissimo ai manager che nell’arco della giornata hanno dei “buchi” di un paio d’ore tra un appuntamento e l’altro ed in qualsiasi punto della città si trovino possono verificare se in vicinanza c’è un campo nel quale c’è la possibilità di aggregarsi per giocare. Basta quindi tenere in auto una borsa con l’occorrente!

L’attrezzatura da padel

Come detto, per iniziare la racchetta è compresa nelle lezioni o noleggiabile insieme al campo, ma poi acquistarne una propria sarà una diretta conseguenza della passione che cresce. Nei negozi di articoli sportivi ce ne sono tantissime e di ogni brand, ma soprattutto per tutte le tasche. Le racchette da padel si differenziano in tre categorie: principianti, intermedi ed esperti. La differenza sta nel peso, nella forma, ma anche nei materiali con i quali sono realizzate. Il consiglio è di farsi consigliare da persone già esperte per la propria prima racchetta da padel. Per le scarpe da padel più o meno vale lo stesso discorso: non bisogna però fare confusione con le comuni scarpe da tennis, a cambiare è la suola che è a spina di pesce. Maglia, pantaloncini, calzini corti e un polsino completano l’outfit.

Zeta Padel Club, fra sport divertimento e… business!

Il padel è la nuova, relativamente, splendida ossessione degli sportivi italiani. Piace a tutti ed ecco perché anche il mondo del business ha strizzato l’occhio alle opportunità che da esso derivano. Si queste basi nasce Zeta Padel Club, una startup che coinvolge appassionati e giocatori di questo divertente sport, provenienti datutta Italia.

Il progetto è frutto dell’idea di sei imprenditori italiani tra cui il campione del mondo 2006 Gianluca Zambrotta, ed ha come obiettivo primario quello di cavalcare l’onda del padel, vero e proprio fenomeno di tendenza globale

Il progetto, che nasce come network sportivo innovativo si rivolge agli amatori di questo sport, ma anche a professionisti, manager, dirigenti e imprenditori che vedono nel campo di padel non solo un volano di socializzazione, ma anche il luogo ideale per coltivare interessi e affari.

Il core del business model della startup è rappresentato da una community digitale che, grazie ad una “Concierge Premium”, riesce ad organizzare partite e tornei clinic per oltre 1.500 giocatori in tutta Italia, numero in costante ascesa spinto dal trend internazionale. Insomma, una manna dal cielo per chi cerca sempre nuovi stimoli e nuove opportunità.

La presentazione spettacolare del progetto

Il progetto Zeta Padel Club è stato presentato Zeta Padel Club installando due campi temporary” inaugurati in piazza Gae Aulenti a Milano: si tratta di campi da gioco di ultima generazione su cui gli appassionati potranno giocare dall’1 luglio fino al 23 agosto, prenotando online il proprio posto. L’evento di presentazione è culminato con un prestigioso match inaugurale tra ex giocatori di Inter e Milan: da una parte i campioni del mondo ex Milan Gianluca Zambrotta e Cristian Zaccardo, dall’altra Lele Adani e Nicola Ventola.

“L’evento di Gae Aulenti è solo il primo passo di un lungo percorso: il nostro obiettivo è avviare 5 club entro la fine del 2021 – ha dichiarato Luca Cabassi, CEO di Zeta Padel Club – Entro 5 anni, inoltre, vogliamo aprire altri 15 club diretti tra temporanei, stagionali e permanenti, con una media di 4/5 campi per ogni club. Tenendo in considerazione la grande crescita del network, avremo bisogno di numerose risorse: sono previste, infatti, circa 50 assunzioni totali nei prossimi 5 anni. Il nostro sviluppo prevede anche un’espansione verso l’estero, ovvero verso il mercato internazionale, dove abbiamo intenzione di portare lo stesso concept, in particolar modo, in Svizzera e in Costa Azzurra. L’importanza e l’ambizione del nostro progetto sono testimoniate dall’interesse di importanti aziende come lo sponsor tecnico Babolat, che come noi ha l’ambizione di diventare punto di riferimento e leader nel mondo del padel, il main sponsor e fornitore ufficiale San Bernardo e lo sponsor Renord S.P.A,concessionario che ha deciso di affiancarsi a Zeta Padel all’interno dell’iconica location di Gae Aulenti per presentare in anteprima la Nissan Leaf, veicolo totalmente elettrico,e la Nissan Qashqai Mild Hybrid. Infine, per ultimo, ma non meno importante, è importante dare spazio a Limonta Sport, azienda leader nel mondo delle erbe sintetiche, che è stata scelta da Zeta Padel Club per i manti dei due campi da padel installati presso Gae Aulenti e, allo stesso tempo, anche per la realizzazione di uno speciale sottotappeto performante che, posto sotto il manto in erba sintetica, riduce al massimo il rischio di danni e lesioni degli atleti, assorbendo gli urti e garantendo così ottime prestazioni sportive” – ha concluso Cabassi

“Vogliamo diventare un punto di riferimento e d’incontro per tutti i giocatori di padel d’Italia – ha affermato Marco Maillaro, uno dei soci founder di Zeta Padel Club – Gli appassionati devono trovare nella community tutto ciò di cui hanno bisogno per organizzare partite e tornei in base alla loro localizzazione geografica e al proprio livello di gioco. È importante ricordare anche altri due asset fondamentali della nostra company: gli Z Locker, armadietti innovativi grazie ai quali sarà possibile usufruire di numerosi servizi esclusivi, e i nostri Totem LED, delle innovative colonnine tecnologiche in grado di veicolare pubblicità per chiunque desideri avere visibilità attraverso l’innovativo Smart Kiosk. Coinvolgimento e immediatezza sono e saranno sempre le caratteristiche principali della nostra offerta e della nostra community”, ha sottolineato Maillaro

Il padel è un nuovo business oltre che una bella passione

Uno dei nuovi business? Arriva dallo sport ed è la passione del momento: il padel. Soprattutto dopo il lockdown questa attività sta prendendo quota e la richiesta da parte degli sportivi è davvero alta.

Nel 2015 in tutta Italia erano solo 99 le prenotazioni dei campi da pale. Oggi la situazione è mutata in modo radicale. Infatti, secondo alcuni dati raccolti nei primi 5 mesi del 2019, le richieste di un campo sono arrivate a 85.000. 

Oggi in Italia ci sono ben 1600 campi da pale. Una crescita incredibile: secondo una rilevazione di PrenotaUnCampo, il portale di servizio prenotazione campi on line tra i più diffusi nel nostro Paese con oltre 900 centri sportivi nel circuito, il padel rappresenta ad oggi il 25% del business del settore sportivo amatoriale in Italia con la più alta percentuale di crescita.

A favorire tale crescita i tanti sportivi famosi che si sono appassionati al padel: tra questi Totti, Di Biagio, Costacurta, Radja Nainggolan, Casiraghi, Albertini e Roberto Mancini, ma anche personaggi del mondo dello spettacolo.

Il caso della ITALIAN PADEL

Uno dei più attenti e attivi in questo settore è l’imprenditore bresciano Claudio Galuppini che ha intuito in anticipo cosa stava accadendo già dall’ottobre 2015 e per questo è stato definito Mister Padel. Attraverso la sua Forgiafer, dapprima leader nazionale nella produzione di cancelli, ha visto una nuova vita grazie alla riconversione parziale dei macchinari in atto da 4 anni per adattarli alla produzione dei campi da padel sotto il marchio ITALIAN PADEL.

L’azienda è ad oggi disposta su 26.000 mt quadrati di area, 14.000 dei quali coperti da capannoni suddivisi fra produzione, verniciatura e magazzino. Nei suoi locali produttivi sono installate 8 isole di saldatura robotizzate, 3 delle quali superiori ai 20 mt lineari. L’azienda dispone inoltre di presse e foratrici automatizzate, un taglio laser con magazzino automatizzato, ed oltre 60 macchinari dedicati per ogni specifica lavorazione con un impianto di verniciatura a polvere automatizzato e forno dedicato. Al suo interno anche un centro di padel all’avanguardia che verrà inaugurato ad ottobre 2020 e servirà anche per lo svago dei suoi dipendenti.

mister padel

MINI è Official Car delle nazionali italiane di Padel

Una partnership di prestigio fra il mondo dell’auto e quella di uno degli sport più apprezzati e divertenti del momento. MINI e e la Federazione Italiana Tennis hanno siglato una partnership pluriennale.

L’obiettivo è favorire la crescita in Italia di uno degli sport più apprezzati e praticati nei circoli sportivi.

Grazie alla nuova partnership, MINI diventa Official Car delle nazionali italiane di Padel e delle competizioni di Padel.

Il brand sarà ora protagonista dei grandi eventi legati al mondo del padel come Title Sponsor delle “Finali di Serie A MINI”, che si terranno a Roma dal 24 al 26 luglio e del “Circuito Slam Padel by MINI”, il più importante circuito nazionale agonistico. A partire da settembre saranno 6 i tornei dello Slam in programma su tutto il territorio nazionale.