Articoli

Manager sui social: un canale di comunicazione molto utilizzato

Manager sui social? Sono sempre di più e utilizzano molto spesso questi canali per comunicare e trasmettere il proprio pensiero. Il social network più utilizzato è LinkedIn, ma nell’ultimo anno c’è stata una grande crescita di Instagram nella scelta dei manager.

Secondo i profili analizzati da Reputation Manager, sugli oltre 150 top manager attivi in Italia analizzati, sono quasi 7 su 10 i manager presenti sui social (68%). Un dato in crescita rispetto al 2019 (+8%), complice anche il forte incremento dell’utilizzo del digitale registrato durante la pandemia: un periodo che per molti è stato un banco di prova importante e che, stando ai dati raccolti, ha contribuito a rafforzare la presenza social di aziende e professionisti.

In particolare lo scorso anno, i top manager attivi in Italia hanno, infatti, incrementato la propria presenza sul web e quella sui social: chi non era ancora presente, ha aperto un profilo, mentre chi già lo aveva ha aumentato la frequenza di pubblicazione di post al fine di mantenere un dialogo con i propri stakeholder. I top manager hanno anche approfittato della pandemia, e quindi del maggior tempo a disposizione, per aumentare la propria attività social con video in diretta, webinar e con il racconto delle iniziative benefiche messe in campo per combattere il Covid-19.

I social più utilizzati dai manager

LinkedIn è il social che la fa da padrone, con il 60% dei top manager presenti(+10%). A seguire troviamo Twitter, con il 29%, (+5%) e Facebook con il 18% (+7%). Il social che cresce di più, come detto, è Instagram: nell’ultimo anno, i manager che utilizzano la piattaforma sono diventati il 21% del totale (+13% rispetto al 2019).

“L’evoluzione del comportamento di CEO e top executive sui social network è parte di un processo di trasformazione che investe il significato stesso di leadership in questi anni – spiega Andrea Barchiesi, Fondatore e CEO di Reputation Manager – non solo voce guida dell’azienda e nel settore in cui operano, ma anche nello sviluppo economico del Paese fino ai grandi temi sociali come i diritti umani, la sostenibilità, l’innovazione, lasciati troppo spesso ai margini da politica e istituzioni. La logica del mero profitto lascia spazio a una vision più ampia, trasformandosi in quello che già da tempo oltreoceano viene definito “ceo activism”, dove il manager esprime le sue posizioni, anche politiche.  I social, con la tipica disintermediazione che li caratterizza, sono lo strumento migliore per questa nuova narrazione ed è in quest’ottica che bisogna guardare con attenzione al passaggio dai contesti più tipicamente professionali come LinkedIn a quelli apparentemente più lontani, come Instagram, che nell’ultimo anno ha registrato la crescita maggiore di manager e imprenditori tra i suoi utenti. Un fenomeno di crescente importanza che monitoreremo periodicamente attraverso il nostro osservatorio.”

,

Marchionne e il web: un manager decisamente amato

La morte di Sergio Marchionne ha lasciato il vuoto incolmabile nel mondo del business. È stato un professionista esemplare, forse eccessivo in alcune sue manie, ma comunque un grande manager. E la rete gli voleva decisamente bene.

Continua a leggere

,

TOP Manager Reputation: Marchionne ancora in testa, ma Cairo…

La reputazione online dei grandi capitani d’industria italiani è ancora di buon livello. E se Sergio Marchionne mantiene la pole position di TOP Manager Reputation, l’osservatorio permanente realizzato da Reputation Manager, che ogni mese monitora la reputazione online delle figure apicali delle principali aziende italiane, il manager della FCA deve ora guardarsi le spalle da Urbano Cairo.

Continua a leggere

Blockchain, l’86% degli utenti pensa sia un’opportunità di business

Blockchain è una delle parole più presenti sul web in questo periodo. Ma di cosa si tratta? La traduzione letterale è “catena a blocchi”, in pratica parliamo di un registro che contiene le transazioni che vengono operate su una determinata rete. Per molti è il “nuovo concetto di internet”.

Continua a leggere

,

Marchionne leader nella classifica di Reputation Manager

Il manager con la migliore reputazione online? Facile a dirsi: è Sergio Marchionne. Ad affermarlo è Reputation Manager, principale istituto italiano nell’analisi e misurazione della reputazione online dei brand e delle figure di rilievo pubblico.

Continua a leggere

Ricomincia Reputescion: quanto vali sul web

image001

Una trasmissione ben fatta e divertente, che analizza temi per noi estremamente interessanti e di attualità. Reputescion: quanto vali sul web, affronta argomenti che noi abbiamo trattato non più tardi di un mese fa, su Uomo&Manager di Febbraio, in cui siamo andati alla scoperta di una realtà importante come Reputation Manager, che collabora attivamente alla trasmissione, insieme all’Osservatorio REDDS con la collaborazione di Ventura Research Institute. Quella di questa sera sarà la prima di sedici puntate e il protagonista di questa “prima” condotta dall’ottimo Andrea Scanzi è Gianluigi Nuzzi, giornalista di razza, autore di inchieste di rilievo internazionale, attualmente conduttore del programma di cronaca Quarto Grado.

La trasmissione andrà in onda questa sera alle 22 su La3.