Articoli

Luce blu: gli italiani ne conoscono gli effetti ma anche a letto guardano i device

La salute prima di tutto. Ah no, lo smartphone prima di ogni cosa, persino a letto! Tutti ormai sanno che l’esposizione alla luce blu emessa dagli schermi di TV, smartphone, tablet, computer ed e-reader può influire negativamente sul riposo notturno, inibendo la melatonina, l’ormone che induce il sonno. Malgrado ciò sono in molti quelli che non ci rinunciano. A mettere in evidenza questo aspetto è uno studio  di Emma – The Sleep Company, tra le aziende a più rapida crescita in Europa nella produzione di sistemi per il sonno, attraverso una survey ha indagato i comportamenti degli italiani circa l’utilizzo di device la sera a letto prima di addormentarsi.

Ebbene, i dati che evidenzia la ricerca sono davvero preoccupanti. Infatti, gli italiani faticano a riposare bene durante la notte, basti pensare che quasi la totalità di loro (96%) dichiara di avere un sonno notturno disturbato almeno una o due volte al mese, mentre è più di 1 su 4 (28%) che di rado trascorre notti veramente rigeneranti e senza risvegli. 

La luce blu è una tematica non sconosciuta agli intervistati, anzi, dall’analisi emerge che quasi due terzi di essi (69%) sa di cosa si tratta e conosce i possibili risvolti negativi alla sua esposizione nelle ore serali in camera prima di dormire. Nello specifico, i due disturbi più noti agli utenti italiani sono l’interferenza con i tempi di addormentamento (57%) e il sonno notturno difficoltoso (31%), pochi (4%) invece sono coscienti del probabile strascico mattutino, ovvero un arduo risveglio. Non stupisce quindi che quasi 8 italiani su 10 (79%) siano a conoscenza dell’esistenza del “filtro protezione occhi” pensato per contenere gli effetti della luce blu, sebbene poi oltre la metà (53%) non lo utilizzi.

Non solo, pare che gli italiani utilizzino i propri device fino a poco prima di abbandonarsi al sonno. Infatti, sono davvero in pochi a non avere alcun dispositivo elettronico in camera da letto quando stanno per andare a dormire: meno di 1 su 10 (9%).

I dispositivi più utilizzati in camera da letto

Lo smartphone è il più fedele compagno la sera. Infatti, tra i device preferiti dagli utenti del Bel Paese c’è proprio lui (75%), seguito dalla TV (55%), e ancora dal PC (21%), tablet (16%) ed e-book (7%). 

Gli inseparabili del cellulare sotto le coperte prevalentemente utilizzano i social media (40%) e navigano online (37%). È tuttavia nutrita la schiera di quanti prima di dormire lo utilizzano per chattare e guardare video e programmi in streaming oppure on demand (entrambi 23%) e leggere (20%). 

Chi non vuole rinunciare a tablet e laptop anche in camera da letto, prevalentemente trascorre almeno un’ora online ed è impiegato a navigare sul web (23%), usare i social (18%), guardare video o film (15%) o a leggere (14%). Ma non solo, c’è anche chi gioca (11%), si diletta in shopping online (10%) o controlla le ultime e-mail (10%).

Quali sono i migliori smartphone Android? Ecco la Top 10

Il 2020 è stato sicuramente un anno importante per il mondo degli smartphone android, quasi tutte le case produttrici infatti si sono dotate di device con caratteristiche top di gamma. Schermo curvo, pieghevole, batterie ultra durevoli, connessione 5g, queste sono solo alcune delle caratteristiche degli smartphone android targati 2020. Una delle principali novità introdotte negli ultimi mesi di quest’anno sono i rivoluzionari display con tecnologia AMOLED con frequenza a 120 Hz. 

Consigli per l’acquisto di cellulari ultimi modelli 

Acquistare uno smartphone oggi non è un’impresa facile visto che nel mercato esistono migliaia di modelli con le più disparate caratteristiche (sia hardware che software). Per questo è sempre consigliabile consultare una classifica dei migliori smartphone (stilata da professionisti) in modo da potersi orientare nel mare magnum dei cellulari di ultima generazione. In genere le caratteristiche principali da prendere in considerazione nei nuovi telefoni cellulari sono: display, processore e Ram. 

Top 10 smartphone Android 

Xiaomi MI 9 PRO 

Nella lista dei migliori smartphone con sistema operativo android rientra sicuramente lo Xiaomi MI 9 PRO caratterizzato da un design full screen e con fotocamera a scomparsa (sia anteriore che posteriore).  Il processore S855 lo rende sicuramente un device performante e molto apprezzato dagli utenti. 

LG G8X ThinQ

Il nuovo smartphone LG entra di diritto nell’alveo dei migliori smartphone android 2020. Il device in questione rappresenta semplicemente il meglio della casa LG e inoltre è uno dei pochi dispositivi che comprende nel prezzo anche una particolare custodia con schermo separato capace di rendere unico l’utilizzo del dispositivo. 

ZTE Axon 10 Pro 

Anche lo ZTE Axon 10 Pro rappresenta un’ottima soluzione nel mondo dei telefoni Android. Il dispositivo è caratterizzato da cornici quasi inesistenti e da un display che ricopre quasi il 100% della superficie frontale. L’ottimo processore e Android 10 gli permettono di girare al meglio anche quando si aprono file o app pesanti (come giochi di ultima generazione). 

Huawei P30 Pro 

Huawei P30 Pro è ad oggi uno dei top di gamma di casa Huawei ed è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità prezzo. Nonostante sia un device piuttosto datato, Huawei P30 Pro possiede un comparto fotografico capace di tenere testa a qualsiasi smartphone, inoltre è aggiornato ad Android 10

Google Pixel 4

Uno degli smartphone più conosciuti e venduti del 2020 è sicuramente il Google Pixel, ormai giunto alla sua quarta versione. Ciò che contraddistingue questo dispositivo sono le ridotte dimensioni, i colori vivaci. Non è uno smartphone per tutti ma di certo rientra tra i migliori dispositivi del 2020. 

Sony Xperia 5

Il Sony Xperia 5 è uno smartphone nuovo, sicuramente la punta di diamante del marchio Sony. Ciò che lo caratterizza è il display oled ad altissime prestazioni (con una dimensione perfetta con formato 12:9 da sei pollici). Un altro punto a favore, oltre al comparto fotografico e al processore S855, è la memoria espandibile.

ONEPLUS 7 T

In molti lo considerano come il migliore Oneplus in assoluto, uno smartphone completo e compatto, con comparto fotografico da far invidia agli altri prodotti top di gamma e con dimensioni medie. Il Onleplus 7T inoltre è uno degli smartphone più veloci sul mercato.

Realme X2 PRO

Il Realme X2 PRO è un telefono smartphone non troppo conosciuto ma sicuramente molto interessante. Il dispositivo si basa su un processore SB55, 8 Gb di RAM e 128 GB di memoria interna non espandibile. 

Asus ZenFone 6 

Anche l’Asus ZenFone 6 possiede le rivoluzionarie fotocamere a scomparsa, attualmente è uno dei migliori device per potersi scattare selfie. Il comparto fotografico infatti rappresenta il vero e proprio punto di forza del dispositivo, aggiornabile ad Android 10. 

Honor 20 

In fine, rientra nella classifica dei top 10 di casa Android anche l’Honor 20, un cellulare nuovo che rappresenta un ottimo compromesso tra qualità e prezzo. Il dispositivo è molto compatto e da dimensioni ridotte, il processore Kirin 980 aiutato da ben 6 Gb di Ram lo rendono una vera e propria scheggia. 

Ovviamente non è possibile stabilire a priori quale sia il miglior smartphone per ognuno, è consigliabile infatti prima considerare le proprie esigenze e solo dopo decidere quale modello acquistare. 

Due giorni di autonomia per il nuovo Motorola moto g9 play

Motorola punta sull’essenzialità ma anche sulle prestazioni con la sua nuova linea di smartphone moto g9 play.

A caratterizzare questo smartphone c’è una tripla fotocamera con sensore principale da 48MP e una batteria da 5,000mAh che garantisce un’autonomia davvero importante che può arrivare fino a due giorni.

Potenza non indifferente

È uno dei primi smartphone al mondo a integrare la piattaforma mobile Qualcomm® Snapdragon™ 662: moto g9 play grazie all’intelligenza artificiale e alla versatilità della fotocamera è possibile guardare video con grande semplicità, ma anche svagarsi con i migliori giochi.

Lo Snapdragon 662 è stato progettato per garantire una maggiore velocità quando si utilizzano tante applicazioni in contemporanea, per evitare qualsiasi rallentamento. Lo schermo reagisce in modo fluido a ogni gesto e tocco, e permette di passare da una funzionalità all’altra in modo ancora più semplice e intuitivo.

Lavorare per tanto tempo

Per l’utilizzo più professionale, il moto g9 play permette come detto un utilizzo prolungato nel tempo: perfetto per i viaggi di lavoro e per gli spostamenti, non si corre mai il rischio di rimanere con la batteria “a terra” in virtù del fatto che offre fino a 2 giorni di autonomia con una singola carica, rendendo possibile lo streaming di musica per 83 ore, video per 16 ore o navigazione per 13 ore. Quando arriva il momento di ricaricare, è possibile farlo in modo rapido con la tecnologia di ricarica TurboPowerTM. Inoltre il moto g9 play la versione più pura del sistema operativo Android, Android™ 10 simil-stock, garantisce prestazioni davvero affidabili.

Nuovo Surface Duo, perfetto per il nuovo business

Microsoft punta molto sul mercato degli smartphone, ecco perché è decisa a dar battaglia. Il tutto puntando decisamente ad un pubblico business. Microsoft presenta il nuovo Surface Duo, che vuole essere uno strumento di lavoro pratico e innovativo, supportando le esigenze di produttività in continua evoluzione grazie ad Android e a Microsoft 365.

Le caratteristiche del nuovo Surface Duo

Surface Duo è il più sottile dispositivo mobile sul mercato dotato di un’innovativa cerniera che permette una rotazione di 360° e connette due display PixelSense™ Fusion che, combinati, compongono un ampio schermo da 8,1”. Due schermi collegati, che permettono una visuale quasi da tablet.

Il nuovo dispositivo di Microsoft assicura un grande supporto per la produttività. Ad esempio, sarà possibile partecipare a un meeting via Teams vedendone i partecipanti su uno schermo e scorrendo la presentazione PowerPoint proiettata sul secondo.

Un’ottima fotocamera da 11megapixel, permette di partecipare ad una videoconferenza attraverso Microsoft Teams o Skype, con una risoluzione da 1080p a 30 fotogrammi al secondo.

Surface Duo può, inoltre, essere utilizzato in modalità “Compose” per rispondere velocemente a una mail e ruotarlo in verticale per scorrere in modo più immersivo il web o vedere immagini fotografiche.

Al momento, purtroppo,  è attualmente disponibile per il pre-order solo negli Stati Uniti al prezzo di 1.399 dollari.

,

In tasca il portafogli? Per Millennials e Gen Z meglio lo smartphone

In un mondo sempre più tecnologico, non deve essere una sorpresa renderci conto che dalle nostre tasche sta sparendo un accessorio molto importante: il portafogli. Infatti con l’avvento degli smartphone, è sempre più in disuso proprio a causa della facilità e la sicurezza con cui è possibile effettuare pagamenti digitali.

Continua a leggere

Gli smartphone preferti dagli italiani: ecco i dati di una interessante ricerca

Gli smartphone sono ormai elementi caratterizzanti della nostra vita e delle nostre giornate. Ma quali sono gli smartphone più apprezzati e desiderati? In vista del Mobile World Congress, la più importante fiera al mondo dedicata alla telefonia mobile, idealo ha voluto fare il punto sul mercato online degli smartphone, settore che solo nel 2019 è cresciuto del +75,7% rispetto all’anno precedente.

Continua a leggere

Motorola presenta il nuovo RAZR, lo smartphone con il display flessibile

C’era una volta lo Startac, seguito dai RAZR. C’è da dire che Motorola ha segnato un’intera epoca con quelli che un tempo si chiamavano semplicemente telefoni cellulari. Ma questo era il momento giusto per tornata a dire la propria ed ecco che arriva il nuovo motorola razr,  il primo smartphone a conchiglia realizzato con un display flessibile che, incredibilmente, si piega del tutto, regalando un’esperienza d’uso familiare e, al contempo, unica e rivoluzionaria.

Continua a leggere

Gli italiani e lo smartphone: il back up dei dati è un problema!

I nostri smartphone sono diventati ormai gli strumenti principali attraverso i quali manifestiamo la nostra presenza sul web. Lo facciamo attraverso la connessione ai social, alla posta elettronica, alle operazioni bancarie, alla messaggistica istantanea. Ma sappiamo davvero usare bene i nostri smartphone? Ad esempio, sappiamo come si fa a fare il back up dei dati dello smartphone?

Continua a leggere

Candidature online: meglio il desktop o lo smartphone?

Cercare il lavoro con lo smartphone o con il classico computer? La candidatura online è oggi decisamente il modo più diffuso per trovare un nuovo lavoro, ma qual è la modalità preferita?

Continua a leggere

PALM, uno smartphone minuscolo, elegante e di qualità

È grande all’incirca come una carta di credito: si chiama PALM ed è uno smartphone piccolissimo, pensato per colmare il divario tra la vita digitale e quella di tutti i giorni.

Continua a leggere

,

Telefoni cellulari troppo fragili: per le aziende è un problema serio

Telefoni cellulari troppo fragili: un problema per le aziende e i dipendenti

I telefoni cellulari per le aziende sono troppo fragili. A svelarlo è una ricerca pubblicata oggi da Cat® phones l’aumento dei costi, la perdita di produttività causata dall’inadeguatezza dei telefoni per l’ambiente di lavoro in cui vengono utilizzati, le costose riparazioni e le sostituzioni hanno aperto la strada ai dispositivi rugged che sono sempre più resistenti.

Continua a leggere

Smartphone dalla Cina, non più solo low cost

Ci eravamo abituati fino a pochi mesi fa agli smartphone prodotti in Cina: low cost, di buona fattura e con prestazioni accettabili. La peculiarità di questi prodotti è sempre stata un elevato rapporto qualità/prezzo, pur rimanendo all’interno della fascia medio bassa del mercato, salvo alcune eccezioni.

Continua a leggere