Articoli

L’importanza di essere presenti sui social: 3 top manager su 10 non ci sono

Nonostante l’acclarata importanza di essere presenti sui social network, ben 3 top manager su 10 hanno deciso di non esserci. È questo il risultato di uno studio dell’Osservatorio Social Top Manager di Reputation Manager, che ha analizzato oltre 150 profili di executive attivi in Italia, che mette anche in evidenza il fatto che il 23% di quelli presenti è inattivo da almeno un anno.

L’aggiornamento di giugno della “piramide evolutiva” di Reputation Manager per definire il comportamento degli executive sui principali social network mostra due facce della stessa medaglia. Lo stile preferito è quello dei Brand Ambassador (28%), anche se in calo di quattro punti percentuali. Crescono invece i manager Reattive, ovvero profili social che si caratterizzano per una comunicazione passiva fatta di like e commenti a post altrui e sono tra i livelli più bassi della piramide.

Ma quali sono i temi trattati? In particolare su LinkedIn spiccano le conversazioni sulla sostenibilità. In testa alla classifica i settori automotive e energiaStephan Winkelmann di Automobili Lamborghini è il più seguito con 72 mila follower, davanti a Luca de Meo di Renault (62 mila) e Marco Alverà di Snam (54 mila).

Tra i più seguiti su Twitter ritroviamo il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (668 mila), seguito dal profilo (poco attivo) di Andrea Agnelli (161 mila) e dallo stilista Giuseppe Zanotti (111 mila). Cresce Lapo Elkann: +7 mila follower tra maggio e giugno.

Su Instagram, invece, troneggia la moda: 7 i top manager fashion tra i primi venti. Elisabetta Franchi (2,5 milioni) guida la classifica, poi Cucinelli (320 mila), Missoni (195 mila), Rosso (178 mila) e Ruffini (62 mila). Lo scudetto dell’Inter vale al suo presidente Steven Zhang il record di engagement: ogni suo post genera 82 mila reazioni.

,

Volete divetare una business celebrity? Ecco come fare!

Manager sì, ma anche celebre. È un’epoca questa dove bisogna apparire oltre che essere e internet ed i social network rappresentano il modo più diretto per farsi conoscere: in tutto ciò il personal branding è cruciale per diventare una business celebrity. 

Continua a leggere

La crescita futura delle aziende passa dai manager digitali

È indiscutibile che nel corso dell’ultimo decennio il modo di fare azienda è decisamente cambiato, grazie soprattutto allo sviluppo della tecnologia e della rete internet, che garantisce a coloro che producono e commerciano prodotti e servizi di raggiungere i propri clienti in modo diffuso e con mezzi differenti a quelli utilizzati in passato.

Continua a leggere

Facebook è il social network preferito dagli imprenditori

Facebook, malgrado le tanti voci di declino, soprattutto in Italia, è ancora il social network più utilizzato. Ed anche manager e imprenditori sembrano preferirlo agli altri per mettere in evidenza e condividere le proprie idee di business.

Continua a leggere

Pubblicità del Buondì Motta? Che operazione di marketing!

Più volte abbiamo parlato attraverso le pagine di questo sito web, ma anche per mezzo della nostra rivista digitale, dell’importanza del marketing per un’azienda. E se ancora non lo avete capito, dovreste riflettere sul “caso” della pubblicità del Buondì Motta.

Continua a leggere

Angeli e demoni: social network e lavoro 4.0

Ormai è chiaro: i social media sono il nuovo moltiplicatore della carriera, del business, della professione, della vita. Li usano le società di ricerca di personale in cerca di talenti, i manager per fare carriera, le aziende che devono assumere.

Continua a leggere

La moda vive con i social? Sì, secondo Centro Tessile Milano

Il Centro Tessile Milano, forte della propria mono settorialità nel tessile-abbigliamento, offre ai clienti, italiani ed esteri la possibilità di scoprire in anteprima i trend di stagione. Proprio loro hanno deciso, seguendo il trend ormai irrefrenabile, di puntare alla sponsorizzazione su Facebook e Instagram, reputati come le nuove frontiere del settore fashion.

Continua a leggere

Superare le crisi con i… SOCIAL NETWORK!

Se avete letto i nostri articoli precedenti su Uomo & Manager, sarete ormai pronti ad affrontare qualsiasi crisi. Ma, rispetto alle crisi del passato, in questa fase, tutti i soggetti e, in particolare, le aziende sono state costrette ad accorgersi quanto i nuovi social media, decisamente più economici rispetto all’advertising tradizionale, fossero strategici per fare comunicazione.

Continua a leggere

Social Network: un bravo HR manager deve sapere che…

I social network sono sempre più importanti per aziende e professionisti. Non solo per vendere prodotti o servizi, ma anche nella selezione di nuovi talenti da reclutare. Se infatti con maggiore frequenza i Millennials cercano lavoro attraverso le pagine social delle aziende, è vero anche il contrario.

Continua a leggere

,

Instagram, ecco il software per aumentare i followers

Nel mondo moderno essere “social” è indispensabile. Più persone hai che ti seguono e maggiori sono le possibilità di diffondere i tuoi messaggi, le tue promozioni e i tuoi prodotti. Non a caso, i digital leaders, come abbiamo visto nel numero di ottobre di Uomo&Manager saranno la classe dirigente del futuro. Ebbene, Instagram è forse il social network che in questo momento va per la maggiore. Il problema, però, è sempre lo stesso: come mi creo un seguito?

Continua a leggere

Snapchat: che epopea!

 

Snapchat supera ufficialmente Twitter. Sono, infatti, 150 milioni gli utenti giornalieri che utilizzano la piattaforma di messaggistica usa e getta contro i “soli” 140 milioni di persone che quotidianamente cinguettano sul microblog (fino ad oggi) più famoso al mondo. Questo è quanto riporta Bloomberg dando conferma di un sorpasso già previsto e atteso da tempo.

Continua a leggere

Worketipo: il social network che rende trasparenti sul lavoro!

È online Worketipo.com, il social network che rende trasparenti le referenze e competenze professionali delle persone da parte di chiunque voglia esprimere una recensione in questo ambito.

Continua a leggere