Articoli

Buone ferie a tutti i manager! Anche se staccare la spina non è facile…

Sapersi fermare è la vera problematica. L’estate per i manager, come abbiamo visto anche in questo articolo, non è un periodo facile per diversi motivi. Gli imprenditori, i professionisti, i liberi professionisti, non vedono i mesi estivi con simpatia, poiché si blocca un po’ tutto, ma inevitabilmente anche loro devono concedersi un po’ di riposo.

Continua a leggere

Lusso understatement in Costa Smeralda? Ecco la proposta del Cone Club Sardinia

A Baja Sardinia un’esperienza di “Beach Club” esclusiva e lusso understatement per edonisti che misurano il tempo in emozioni al Cone Club Sardinia.

Continua a leggere

Ferie estive: “staccare la spina” durante le vacanze è molto importante

C’è chi in ferie c’è già stato e chi ancora deve riuscire a ritagliarsi un giorno di vacanza in questa estate bollente. La difficoltà, per chi ha delle responsabilità lavorative, è riuscire realmente a “staccare la spina” durante le vacanze, complice anche la reperibilità digitale che ciascuno ormai porta con sé. Lasciare da parte le preoccupazioni è tutt’altro che facile, ma ogni tanto va fatto per tutelare il proprio benessere mentale.

Persino le nuove norme emesse dal Governo arriva un’indicazione precisa: la legge 6 maggio 2021 n.61 sancisce il diritto alla disconnessione in Italia, e stabilisce che “è riconosciuto al lavoratore che svolge l’attività in modalità agile il diritto alla disconnessione dalle strumentazioni tecnologiche e dalle piattaforme informatiche, nel rispetto degli eventuali accordi sottoscritti dalle parti e fatti salvi eventuali periodi di reperibilità concordati. L’esercizio del diritto alla disconnessione, necessario per tutelare i tempi di riposo e la salute del lavoratore, non può avere ripercussioni sul rapporto di lavoro o sui trattamenti retributivi”.

Mettere il nostro cervello in stand-by è importante e le ferie sono il momento più adatto per farlo, anche perché un po’ tutti cercheranno di rilassarsi nello stesso periodo. Tanto vale approfittare dell’estate per dedicarsi a sé stessi e ai propri cari, soprattutto dopo un altro anno non propriamente semplice da affrontare.

“Il fatto che questa tematica sia ancora di estrema attualità testimonia che in Italia siamo ancora lontani da una logica di lavoro per obiettivi e non per ore lavorate – dichiara Alessandro Raguseo, Ceo e Founder di Reverse – eppure, a mio parere è questa la chiave per ottenere un bilanciamento reale tra vita professionale e vita privata e di conseguenza dipendenti più soddisfatti e quindi più produttivi”.

Secondo un’analisi condotta da Reverse, servizi di headhunting e consulenza HR, qualche passo avanti in questo senso si sta riscontrando. Il 50% degli intervistati infatti dichiara di vivere serenamente il rapporto con i superiori nella gestione delle ferie e quasi il 51% afferma di rimanere parzialmente reperibile per propria scelta.

“Sono fermamente convinto che il futuro del lavoro sia questo. Una gestione serena e di fiducia anche nella gestione del rapporto ferie/lavoro. In cui non ci sia più la battaglia tra chi ‘stacca completamente’ e chi ‘rimane reperibile’, tra chi lavora più ore e chi ne lavora meno. Ma che ognuno gestisca in autonomia i propri task, i propri obiettivi e il proprio riposo. Con una possibile ricaduta positiva, aggiungo, sul fenomeno molto italiano dell’andare in ferie tutti insieme ad Agosto spendendo sensibilmente di più”, conclude Alessandro Raguseo.

Le vacanze degli italiani: il Belpaese è la meta preferita

Quelle di quest’anno sono certamente vacanze condizionate dal Covid, eppure la gente si muove. Una buona notizia per il business del turismo che così tanto ha sofferto negli ultimi due anni. Ma italiani e stranieri dove passano le vacanze?

Gli italiani le vacanze tornano a farle in Italia

L’Italia è certamente la meta preferita dagli italiani, ma anche dagli stranieri, attratti dalle meraviglie artistiche, storiche, alimentari e certamente anche naturalistiche che il Belpaese offre. Secondo l’ultima infografica pubblicata dall’Università Cusano su dati Istat e di altri istituti demoscopia, la metà degli italiani ha previsto di trascorrere le vacanze estive in località diverse da quella di residenza. Per l’esattezza il 50,1% delle persone.

Ma quali sono le mete preferite? Puglia e Toscana. Secondo quanto elaborato dall’ateneo telematico, un vacanziero su tre, esattamente il 33,3%, è intenzionato a spostarsi all’interno dei propri confini regionali e poco meno di 2 su 3 pensano di recarsi in un’altra regione.

Italiani all’estero? Ci si fida poco…

E le tanto celebrate vacanze all’estero? Visto anche quello che sta accadendo nelle ultime settimane, soltanto il 6,2% è pronto a varcare i confini nazionali. Mentre per quanto riguarda gli stranieri in visita i dati parlano di arrivi soprattutto da Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti. Si contano già oltre 25 milioni di pernottamenti e 12,3 milioni di arrivi per un aumento del 15,3% rispetto allo scorso anno. Toscana, Puglia, ma anche Sicilia, Lombardia e Trentino-Alto-Adige, meta quest’ultima amata dal turimo lacustre e naturalistico sono le Regioni preferite.

Le vacanze degli italiani

Tornano a ridere gli stabilimenti balneari

E per fortuna, verrebbe da dire, dopo quello che hanno passato. Secondo l’infografica di Unicusano, la crescita coinvolge le spiagge di mezza Italia: gli stabilimenti balneari di Liguria, Puglia, Sicilia, Marche, e Sardegna segnano in questo 2021 un incoraggiante +15%.

Per capire la mini-ripresa dei viaggi in questo scorcio di 2021 va considerato come l’anno scorso gli spostamenti degli italiani abbiano toccato un minimo storico di 37,5 milioni. Quelli per le vancanze, invece, sono quasi dimezzati rispetto al 2019, passando da 63,4 a 35 milioni (-44,8%). In tema lavoro, si sono ridotti di circa due terzi su base annua, da 7,8 a 3,5 milioni registrando un -67,9%.

La pandemia di Covid e l’emergenza sanitaria hanno inevitabilmente impedito o frenato gli spostamenti all’estero. In un anno i viaggi fuori dai confini nazionali sono calati dal 23,2 al 9,1% del totale. Inoltre la necessità di ridurre i contatti sociali ha portato a un maggior ricorso per i viaggi ai mezzi propri a discapito dei mezzi collettivi, con gli spostamenti in auto sono cresciuti dal 56,5 al 73,9% del totale e quelli in aereo dimezzati dal 21,6 al 10,3%.

Le vacanze degli italiani
,

Mindfulness: 5 consigli per staccare la spina in vacanza

Andare in vacanza? Facile a dirsi… Per manager e professionisti, in generale, staccare la spina in vacanza non è facile. Tanti pensieri, preoccupazioni, spese che corrono e incassi mancati, organizzazione del lavoro… Insomma, prendersi un periodo di ferie non è semplice, eppure è indispensabile per ricaricare le batterie, soprattutto alla luce dell’anno che abbiamo appena trascorso. Ma come riuscire a rilassarsi?

5 consigli per rilassarsi in vacanza

Dall’esperienza degli psicologi di EpiCura, poliambulatorio digitale che grazie ad un network di 900 professionisti certificati porta nelle 10 principali città italiane (Torino, Milano, Roma, Firenze, Napoli, Bologna, Brescia, Genova, Catania e Verona) servizi sanitari e socio-assistenziali, arrivano 5 semplici consigli per vivere “qui e ora”, tornando al momento presente grazie alla mindfulness, pratica sempre più diffusa che porta a raggiungere la massima consapevolezza di sé. Ecco i consigli di Loredana Cimmino, Psicologa Psicoterapeuta e Tecnico esperto in Mindfulness di EpiCura, per godersi l’estate attraverso la Mindfulness.

Riporta gentilmente la tua attenzione al respiro

Ogni volta che la tua mente ti porta via dal momento presente, riporta gentilmente la tua attenzione al respiro, all’aria che entra dalle narici ed esce dalla bocca. Inspira ed espira con calma, ricordando che l’espirazione deve essere più lenta e lunga rispetto all’inspirazione. Prova a sentire la temperatura del tuo respiro, a focalizzarti sulle sensazioni corporee e lascia andare le tensioni e le preoccupazioni che arrivano a disturbarti. Si tratta di un vero e proprio allenamento, quindi datti il tempo per avvicinarti alla mindfulness con tranquillità, senza fretta.

Riporta alla mente un ricordo positivo

L’obiettivo dello stare nel momento presente non è liberarsi dai pensieri. La nostra mente produce pensieri 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e purtroppo non abbiamo il potere di controllarli, ma possiamo dirigere la nostra attenzione verso pensieri più leggeri. Ogni volta che arriva un pensiero carico di emozioni negative, riporta alla mente un ricordo positivo, un momento di serenità o di gioia, in modo da controbilanciare le sensazioni negative che sono difficili da accogliere.

Riporta gentilmente l’attenzione alle sensazioni presenti

Quando osservi che la tua mente è orientata verso il futuro (un tempo che ancora deve arrivare) o verso il passato (un tempo ormai vissuto), nota dove ti trovi nel “qui e ora”, focalizzando l’attenzione su con chi sei e cosa stai facendo in questo momento. Ogni volta che la mente ti allontana dal presente, dal “qui e ora”, riporta gentilmente l’attenzione alle esperienze sensoriali che stai vivendo. Osserva 5 oggetti intorno a te, senti almeno 3 odori e 3 suoni, e tocca 3 cose. Lasciati attraversare dai tuoi sensi.

Organizza nuove routines

Organizza nuove routines in cui dedichi del tempo (almeno 15 minuti al giorno) per focalizzarti sul tuo respiro. Puoi farlo ad esempio passeggiando tra le montagne o al mare, oppure puoi rimanere semplicemente seduto/a, con gli occhi chiusi. Ti consiglio di provare entrambe le esperienze e scegliere quella più comoda e adatta a te. Puoi anche focalizzarti sul tuo corpo attraverso brevi sessioni guidate di yoga o pilates. 

Sii presente, ascolta il tuo corpo

Che tu sia in vacanza da solo/a oppure in compagnia, lasciati avvolgere dal contesto nel quale ti trovi, dal nuovo panorama al tuo risveglio, dalle nuove abitudini. Sii presente, ascolta il tuo corpo e fai spazio a un movimento più lento, meno frenetico rispetto alla vita quotidiana. Non guardare sempre l’orologio o il cellulare. Dedica un tempo speciale a te stesso/a ogni giorno. Sii consapevole del tuo respiro e goditi il momento presente.

Vacanze estate 2021: ecco i trend del momento

Timidamente, quasi sotto voce, si comincia a sussurrare la parola vacanza. Il Covid-19 non ha colpito solo fisicamente, ma anche psicologicamente le persone che hanno un forte desiderio di trascorrere qualche giorno di ferie senza pensare a nulla. Ed ecco che arrivano le prime prenotazioni, finalmente, per le stremate (moralmente ed economicamente) strutture di hospitality. Ma cosa sognano gli Italiani per la prossima stagione estiva?

L’Osservatorio Travel Estate-2021 di XChannel ci svela quali siano i trend in atto, prendendo in esame un campione statistico e omogeneo di donne e uomini, con un’età compresa tra i 18 e i 67 anni, provenienti da tutta Italia. 

Cosa ci si aspetta per l’estate 2021?

Secondo i dati dell’Osservatorio, nell’estate 2021 il più grande desiderio degli italiani è di tornare a viaggiare e di rilassarsi sulle spiagge e nei resort montani della penisola, ritrovando la normalità pre-Covid-19. Oltre il 64% degli intervistati vuole trascorrere la propria vacanza in Italia; più dell’87% desidera il mare oppure le montagne nostrani (con al terzo posto, molto staccate, le città d’arte).

Ma i dubbi restano: infatti, il 56% dei turisti pensa di tornare a viaggiare non prima del 2022. Il timore delle persone nello spostarsi è confermato dall’attenzione alle misure anti-Covid offerte dalle strutture ricettive: per l’84% degli intervistati, queste saranno un elemento fondamentale nella scelta della destinazione.

Quanto alle strutture, il 34,5% degli intervistati ha dichiarato che prediligerà Hotel a 4 o 5 stelle, mentre il 29% opterà per AirBnb. Per quanto riguarda i prezzi, il 45% dei viaggiatori, si aspetta un aumento degli stessi proprio a causa delle misure che le strutture dovranno necessariamente attuare.

Da dove verranno effettuate le prenotazioni?

L’online risulta il metodo probabilmente più in voga. Secondo lo studio gli italiani preferiscono prenotare il proprio soggiorno sulla versione desktop dei siti delle strutture e delle principali piattaforme online come Booking o Tripadvisor, nonostante le prenotazioni da mobile siano in forte crescita. Inoltre, il 72% degli intervistati dichiara di voler ricevere assistenza dalla struttura o località turistica tramite e-mail, mentre il 18% manifesta il desiderio di interagire su WhatsApp. Sorprendentemente il 49% degli intervistati sarebbero disposti ad acquistare pacchetti soggiorno su Amazon.

È difficile vivere lo stacco dal lavoro, ma dobbiamo provarci

Le vacanze sono attese ogni anno come la manna dal cielo. Proviamo a sorridere, ma non è facile. Stanchi, stressati e preoccupati. Ecco come vanno in ferie (pochi) o si fermano qualche giorno (molti) ad agosto lavoratori, professionisti, manager.

Continua a leggere

10 consigli per combattere la “post vacation syndrome”

Post vacation syndrome: un problema comune

Le vacanze sono un ricordo? Per alcuni anche un grande problema. Secondo un’indagine britannica pubblicata su Mirror la “post vacation syndrome” colpisce il 57% dei lavoratori: i sintomi più avvertiti al rientro dalle vacanze estive sono depressione, rabbia e spossatezza.

Continua a leggere

,

10 consigli per richiedere il piano ferie al capo

Il piano ferie, come presentarlo?

In molti sono già partiti e tornati, altri lo stanno per fare. Per alcuni, le vacanze sono un miraggio e ancora devono presentare il piano ferie ai propri capi.

Continua a leggere

,

5 consigli per tornare al lavoro dopo le ferie senza stress

Ritorno in ufficio, la quotidianità, le responsabilità, il ritorno ad un abbigliamento formale… Dopo le ferie non è mai semplice riprendere la routine giornaliera, seppur abbandonata da appena un paio di settimane! EasyHunters, azienda che si occupa di reclutamento e gestione del personale, ha elaborato 5 consigli per tornare al lavoro dopo le ferie senza stress.

Continua a leggere

,

Tempo di vacanza anche per i manager: ma con quale umore?

Tempo di vacanze, per tutti, sì anche per manager e imprenditori. Ma con quale umore si parte? Non per tutti è lo stesso. Qualche preoccupazione per il lavoro, per le tendenze, per la mancanza di idee per il futuro.

Continua a leggere

Manager in vacanza? 10 consigli antistress da seguire

Vacanze, no stress!

Anche gli ultimi ritardatari sono ormai pronti per partire per le meritate vacanze estive, con l’obiettivo di riposarsi e ricaricare le batteria in vista della nuova stagione lavorativa. Ma come riuscire a trascorrere i propri giorni di vacanza senza stress?

Continua a leggere