Trump e Obama: due presidenti, due uomini…

Due presidenti, uno che arriva e uno che se ne va. Due uomini diversi che più non si potrebbe per idee politiche, stile e modi di proporsi. Donald Trump entra, Barack Obama esce. Durante l’inauguration day, in cui è stato ufficialmente dichiarato come quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump ha messo in campo tutto il suo appeal, la sua grinta, le sue certezze…

Dietro di lui, spilletta con bandiera americana all’occhiello, Barack Obama. Un velo di tristezza negli occhi, qualche cupo pensiero certamente, ma tanta dignità a sorreggere quelle spalle dritte.

Osservando i loro occhi si potevano chiaramente scorgere i loro sentimenti. Sentimenti di uomini che conoscono bene il peso del loro potere. Uomini abituati ad essere protagonisti della scena internazionale, uomini che non hanno mai sentito sulle spalle il peso della responsabilità dei loro ruoli.

Composto ed elegante Obama, con il suo completo grigio antracite e la sua cravatta blu chiaro, che richiamava chiaramente quello presente sulla bandiera americana, ha applaudito con un sorriso a denti stretti che comunque non ha mai tradito le sue certezze di aver fatto il massimo per il proprio paese.

Cravattone rosso, fin troppo lungo a nostro sindacalissimo giudizio, completo nero e paltò (come si era soliti chiamarlo un tempo), a proteggerlo dalle intemperie di una giornata uggiosa a Washington, per Trump. Espressione compiaciuta e determinazione da vendere mentre dal palco, regalava promesse, più adatte forse ad un discorso di campagna elettorale, che ad un insediamento di un presidente USA.

Due uomini di cui la storia certamente ricorderà i nomi. Due uomini che, alla fine della cerimonia, si sono stretti la mano, ringraziandosi vicendevolmente per quanto fatto. Due uomini che si danno il cambio sulla poltrona forse più importante al mondo.

Due uomini coraggiosi che hanno avuto, ciascuno a modo proprio, il coraggio di fare qualcosa e di metterci la faccia. E questa è un’epoca che ha un grande bisogno di uomini coraggiosi al comando.

 

Foto: fonte web

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *