,

Uomini, ormai è corsa al ritocchino!

corsa al ritocchino

C’era un tempo in cui era la sola figura femminile ad essere associata alla chirurgia estetica. Oggi, infatti, anche gli uomini fanno la corsa al ritocchino!

Secondo un’analisi di Dottori.it, sito e App per la prenotazione di visite specialistiche, il 51% delle prenotazioni per questa tipologia di medici arriva dagli uomini.

Qualcosa è cambiato? Lo ammettiamo candidamente. L’uomo cerca la perfezione nel proprio corpo, per star bene con sé stesso, ma anche per un discorso di ritorno al piacere di… piacersi.

La pancia è il problema principale

L’ossessione degli uomini italiani è la pancia: se per ottenere l’effetto tartaruga la palestra è l’unica soluzione, ad eliminare il grasso ed evitare l’effetto ciambella ci pensa il chirurgo, tanto che 1 richiesta su 5 proveniente dagli uomini riguarda proprio l’addominoplastica. A seguire, i trattamenti più richiesti dai pazienti di sesso maschile sono il PRP, plasma ricco di proteine che può aiutare a ringiovanire la pelle e a infoltire la chioma, e il più noto botulino, per riempire le rughe e dare maggior volume ad alcune zone del viso.

Le città in cui c’è più richiesta del ritocchino

I più vanitosi che non temono il bisturi pur di piacersi di più sono gli uomini di Milano, Roma e Torino, città da cui, in proporzione al loro numero di abitanti, arriva circa il 45% delle richieste totali di chirurghi estetici.

Il periodo, sempre secondo le richieste pervenute al sito, in cui si scatena la corsa al ritocchino è quello che va da gennaio a maggio, segno che l’inizio della stagione estiva viene sempre visto come la prova estetica più temuta, in cui bisogna apparire al meglio, costi quel che costi.

E a proposito di costi, la spesa degli uomini non è molto distante da quella messa in conto dalle donne che si rivolgono agli specialisti della chirurgia plastica: la media dei pazienti maschili è di 1.290 euro mentre quella delle donne è pari a 1.330 euro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *